De Simone inaugura il comitato con Cozzolino, D’Amelio e Nappi

4 marzo 2006

Montoro Inferiore – Andrea De Simone, già deputato al Parlamento nazionale dal ‘92 al ‘94, assessore regionale al Turismo ed europarlamentare, apre a Montoro Inferiore il tour della campagna elettorale che lo vede protagonista di un ottimo quarto posto nella lista della Quercia al Senato (Collegio unico regionale). Impegnato da sempre nel mondo del volontariato e dell’associazionismo, eletto consigliere comunale all’età di 20 anni, ancora consigliere provinciale a Salerno dal 1985 al 1995, dove diventa poi presidente della Provincia dal 1988 al 1992 (all’età di 34 anni è il presidente più giovane d’Italia), De Simone torna a fare campagna elettorale nella terra che gli ha dato i natali, fortemente sostenuto dai quadri regionali del partito e dalla base salernitana. Un’ambizione importante e significativa per i Democratici di Sinistra irpini che, in particolare a Montoro Inferiore, non vedevano un proprio candidato aspirare ad un posto così autorevole, come gli scranni parlamentari, dai tempi dello statista Michele Pironti. Una campagna che apre tra i big: all’appuntamento di ieri, con l’inaugurazione della sede del comitato pro De Simone, sito in via Roma alla frazione Piano, un parterre di grandi ospiti: gli assessori regionali alle Attività produttive, Andrea Cozzolino e alle Politiche sociali, Rosetta D’Amelio, il segretario regionale dei Ds, Gianfranco Nappi, Carmine Pinto, responsabile di partito a Napoli e l’onorevole Isaia Sales. Oltre al segretario di sezione di Montoro Inferiore, Bruno Spiezio, al consigliere provinciale Pellegrino Del Regno e agli iscritti della sezione Berlinguer. Interventi che si sono susseguiti in ordine dopo l’“in bocca al lupo” iniziale del membro del parlamentino di piazza Libertà, Del Regno, a cui è stata affidata l’introduzione dei lavori. Una digressione, la sua, su temi salienti e quanto mai attuali: dai problemi dell’economia, della precarietà, del lavoro che non c’è; a quelli della giustizia, alla difesa a spada tratta della Costituzione “contro i tentativi della destra di stravolgerla”. “Temi caldi, temi di un Meridione che deve risorgere per diventare il centro del Mediterraneo”. “Anche se la strada non è facile – spiega Del Regno – per sistemare il tutto”. Quesiti importanti rivolti alla politica. E, infine, l’accorato sostegno elettorale al candidato, nonché cugino, Andrea De Simone “Candidato dell’intero partito e non di una componente”, come recita lo slogan elettorale. (di Antonietta Miceli)