De Lieto (PPI): “Assurda la proposta del Ministro Paolo Romani”

26 novembre 2010

“È semplicemente assurda la proposta del Ministro Paolo Romani di legare il canone per l’apparecchio tv, ai titolari di contratto per forniture di elettricità. – ha dichiarato il Segretario del Partito Pensionati per l’Italia, Antonio De Lieto – È inconcepibile poi la pretesa che chi non è in possesso dell’apparecchio tv lo dovrà dimostrare e, solo in questo caso, non pagherà il relativo canone.
Il Partito Pensionati per l’Italia è semplicemente indignato per questa proposta che colpisce pesantemente proprio i più deboli, i più anziani, i meno avveduti. – ha proseguito De Lieto – Il Ministro Romani dovrebbe spiegare cosa dovrebbe fare un cittadino per dimostrare di non essere in possesso di un apparecchio tv: raccomandate, fotografie, dichiarazione autenticata, ….. o cos’altro?
Forse era il caso che il Ministro Romani intervenisse per tagliare i costi, talvolta veramente esagerati, della tv di Stato, ad iniziare dai compensi veramente eccessivi per alcuni presentatori, conduttori, etc. – ha rimarcato De Lieto – Forse è il caso di dire che è indispensabile abolire il canone tv perché è un balzello iniquo, dal momento che tante emittenti private sono sul mercato, offrendo servizi, in tantissimi casi di livello eccellente e tante volte superiore a quelli Rai, che, oltre ad introitare enormi importi derivanti dalla pubblicità, può contare anche sul canone tv di cui, fra l’altro, si sono diffuse notizie circa un possibile aumento. Il Partito Pensionati per l’Italia – evidenziato De Lieto – spera che non si voglia introdurre per legge l’obbligo del possesso di un apparecchio tv e la proposta del Ministro Romani fa pensare ad una “presunzione di possesso”. Forse il Ministro non sa che sono tantissimi gli italiani che da tempo non possiedono più un apparecchio tv, perché non interessati o per risparmiare energia elettrica, in un momento in cui, in troppi, non riescono ad assicurarsi neppure l’indispensabile? Certo – ha concluso De Lieto– la proposta del Ministro Romani per stanare i presunti evasori del canone Rai, stona contro provvedimenti governativi come quello dello scudo fiscale. Veramente si sta chiedendo troppo alla pazienza degli italiani”.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.