De Lieto: “Berlusconi mantenga gli impegni con i pensionati”

16 maggio 2008

Avellino – Il Segretario Provinciale del Partito dei Pensionati, Antonio De Lieto, in riferimento alle dichiarazioni del Presidente Berlusconi in Parlamento ha dichiarato: “La schiacciante vittoria del centrodestra ha visto anche il fattivo contributo del Partito Pensionati che proprio con Berlusconi aveva stretto un patto programmatico teso all’ottenimento di importanti risultati per i pensionati e per le classi sociali più deboli. La forte maggioranza che il Governo Berlusconi detiene in tutti i due i rami del Parlamento – continua De Lieto – dovrebbe garantire il mantenimento degli impegni in assoluta tranquillità, si tratta solo, in sintesi, di volontà politica. L’abolizione del cumulo di reddito fra coniugi, lo scivolo pensionistico di cinque anni per chi assiste in casa congiunti gravemente malati e l’istituzione di un paniere reale in cui siano compresi i generi di quotidiano consumo dei pensionati e della parte più povera della popolazione, secondo le promesse di Berlusconi, erano nodi da affrontare nei primi cento giorni di governo. Ora il Partito Pensionati attende che mantenga fede alle sue promesse perché ritiene questi punti molto più qualificanti di altri, ed aldilà dell’effetto mediatico che certi provvedimenti possono avere, vede nel nostro Paese una realtà fatta da milioni di persone che da troppi decenni sono emarginate, trascurate, dimenticate ed i cui problemi emergono e vengono strumentalizzati solo in campagna elettorale per poi essere dimenticati: non vorremmo – ha sottolineato De Lieto – che si ripetesse il gioco che ha caratterizzato quasi tutti i governi della Repubblica. Il Partito Pensionati – ribadisce – sarà vigile e ricorderà quotidianamente a Berlusconi i suoi impegni, nella certezza che il nuovo Governo sappia dare quelle risposte che sono indispensabili per far sì che finalmente dei cittadini benemeriti, come i pensionati, abbiano un po’ di giustizia e di dignità, sia morale che economica”. “Inoltre – conclude – domani ad Avellino si celebrerà il 156° anniversario della Polizia di Stato, come in passato anche quest’anno, vi saranno i festeggiamenti che certamente avranno un costo, che a mio giudizio sarebbe stato giusto impegnare per migliorare la sicurezza per i cittadini. Giova altresì rappresentare che tanti sono i poliziotti che non possono partecipare alla Festa, come pure è doveroso evidenziare che ai poliziotti in pensione non è stato consentito partecipare per motivi logistici. A questo punto, sorge spontanea una domanda: la festa…per chi è?


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.