D’Amelio: “Legge 194 conquista di civiltà per le donne”

D’Amelio: “Legge 194 conquista di civiltà per le donne”

22 maggio 2018

“La Legge 194, che oggi compie 40 anni, è stata una conquista di civiltà per le donne e per l’intera società in quanto ha fatto crescere la cultura della maternità consapevole ed ha ridotto fortemente il ricorso agli aborti clandestini, tutelando la vita delle donne”.

E’ quanto ha affermato la Presidente del Consiglio Regionale della Campania, Rosa D’Amelio, nel corso dell’intervista della giornalista Gabriella Peluso, Responsabile dell’Ufficio Stampa, realizzata sullo Studio Tv Digitale dell’Assemblea legislativa campana. “Ricordo quando si svolse il referendum sull’aborto e che questa importante legge fu sostenuta in maniera trasversale dalle donne, proprio perché conquista di civiltà e di cultura – ha aggiunto D’Amelio -, poi è stata strumentalizzata per battaglie ideologiche che nulla hanno a che vedere con la vita e la libertà di scelta delle donne”.

“C’è ancora tanto da fare per applicare al meglio questa importante legge a cominciare da una migliore organizzazione sanitaria e dalla questione dei medici obiettori di coscienza che, nel Sud Italia, arrivano alla percentuale dell’83,5%” – ha proseguito D’Amelio – per la quale “quella dell’obiezione di coscienza è una scelta legittima ma non deve vanificare l’applicazione della Legge 194”.

Dell’applicazione della legge in Campania e dei possibili correttivi si parlerà in un convegno in programma il 31 maggio nella Sala “Caduti di Nassiriya” del Consiglio regionale.