D’Agostino: “Partiti siano fuori da Ato, far decidere i sindaci”

22 luglio 2014

“Non si può non tener conto delle posizioni e delle preoccupazioni espresse da un consistente numero di sindaci irpini sulla questione dell’Ato-Rifiuti – dichiara il deputato di Scelta Civica Angelo Antonio D’Agostino -. Una materia così complessa merita di essere valutata in modo approfondita e prima dell’organigramma va sciolto il nodo del programma. È opportuno che siano i sindaci a decidere i termini di organizzazione di un servizio pubblico locale che pagano i cittadini ed ai quali sono gli amministratori a dover dare conto di costi e qualità. È auspicabile, a partire proprio dalla questione Ato Rifiuti, che i partiti politici, cui spetta il compito degli indirizzi generali, stiano fuori da ogni premessa e promessa inerente la gestione; e che il potere reale delle decisioni venga restituito ai sindaci nella loro più piena autonomia. Credo, infine, sia indiscutibile – per motivi di opportunità squisitamente istituzionale – che la presidenza dell’Ato Rifiuti vada al Comune capoluogo, indipendentemente dal colore politico che esprime la maggioranza pro tempore” – conclude D’Agostino