Da Napoli ad Avellino per commettere furti in casa, nei guai due pregiudicati

Da Napoli ad Avellino per commettere furti in casa, nei guai due pregiudicati

24 giugno 2016

Gli Agenti della Sezione Volanti hanno deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino un 22enne ed un 30enne, entrambi pregiudicati e provenienti dall’hinterland napoletano, perché trovati in possesso di attrezzi atti allo scasso.

L’episodio è avvenuto nel pomeriggio di ieri quando i poliziotti, nell’ambito di una mirata attività investigativa espletata in seguito ad alcuni furti nelle abitazioni avvenuti in città, acquisivano utili elementi circa la presenza nel capoluogo irpino di persone ‘attenzionate’.

Infatti, in Viale Italia, una pattuglia procedeva al fermo di un’autovettura di grossa cilindrata alla cui guida veniva identificato il 30enne che oltre ad essere gravato da numerosi pregiudizi di Polizia risultava anche essere affiliato ad un sodalizio criminoso operante in un noto quartiere napoletano.

Nondimeno il passeggero 22enne risultava annoverare a proprio carico numerosi precedenti per furto e delitti contro il patrimonio. Nella circostanza gli agenti, viste le risultanze investigative, decidevano di procedere ad un’accurata perquisizione all’interno del veicolo che sortiva esito positivo in quanto nel mezzo si rinvenivano due cacciavite d’acciaio di grosse dimensioni, un paio di forbici e guanti in lattice che i due malviventi presumibilmente usavano nel corso delle loro azioni delittuose per non lasciare impronte e nel vano bagagli una cassetta di alluminio contenente numerosi attrezzi e strumenti per effrazioni, oggetti questi ultimi, per i quali, i due non offrivano alcune versione in ordine al possesso.

I due sono stati denunciati e allontanati con foglio di via.