Da “Charlie Hebdo” al 13 novembre, si chiude un anno di attacchi alla democrazia

Da “Charlie Hebdo” al 13 novembre, si chiude un anno di attacchi alla democrazia

30 dicembre 2015

Il 2015° anno del Calendario Gregoriano rimarrà nella storia in quanto cominciato e finito con i vili attentati contro la Francia e la Democrazia. E’ l’anno in cui il terrorismo ha alzato il tiro, colpendo non più i simboli ma anche la quotidianità della vita occidentale, l’anno in cui la “jihad” si è spostata nel cuore dell’Europa, in Francia e in Belgio ed è aumentata la consapevolezza di un cambio di prospettiva nella vita quotidiana.

La striscia di sangue inizia il 7 di gennaio, con l’assalto alla redazione di Charlie Hebdo, con l’uccisione di una poliziotta a Montrouge e con l’attacco al supermercato kosher, avvenimenti che hanno paralizzato per tre giorni la Francia, ma che hanno avuto ripercussioni su tutto il Vecchio Continente. Le vittime del giornale satirico furono dodici, quelle del supermercato quattro, solo l’inizio di un drammatico epilogo che culminerà poi con la strage del Bataclan. “La Francia è stata colpita in quello che ha di più sacro: la libertà d’espressione, la Repubblica, l’eguaglianza” ha proferito il presidente francese Francoise Hollande a riguardo. Dopo Charlie Hebdo, parte la caccia ai terroristi, con la scoperta, da parte degli 007, che molti di loro si annidano nei territori del Belgio: tra Anversa e Bruxelles.

Risalgono a gennaio, però, anche due importanti elezioni, quelle parlamentari greche, che hanno visto la vittoria di Alexis Tsipras, leader di Syriza e la nomina del dodicesimo Presidente della Repubblica Italiana, Sergio Mattarella, eletto al quarto scrutinio con 665 voti. Mattarella ha poi giurato il successivo 3 febbraio. A gennaio c’è anche la conquista del quinto Pallone d’Oro da parte di Cristiano Ronaldo, che ha sbaragliato la concorrenza di Lionel Messi, contendente di sempre dell’importante trofeo calcistico.

Il sangue torna a scorrere nelle piazze dell’Occidente, a ridosso tra il 14 ed il 15 di febbraio, quando a Copenaghen due attentati terroristici colpiscono un centro culturale ed una sinagoga, provocando la morte di due persone e il ferimento di cinque agenti di polizia.

Il 13 marzo, Papa Francesco annuncia il Giubileo straordinario che avrà inizio con l’apertura della Porta Santa della Basilica di San Pietro l’8 dicembre 2015, a 50 anni esatti dalla chiusura del Concilio Ecumenico Vaticano II, e terminerà il 20 novembre 2016 nella Solennità di Cristo Re. A marzo risale anche la strage del volo Germanwings 9525, partito da Barcellona e diretto a Düsseldorf, e fatto precipitare dal suicida Andreas Lubitz, copilota del velivolo, sulle Alpi dell’Alta Provenza, causando 150 morti. Si è trattato del primo incidente con vittime a coinvolgere una compagnia aerea a basso costo sul territorio europeo.

Aprile è il mese del primo terremoto del Nepal (il secondo il 12 maggio) e del naufragio nel canale di Sicilia di una imbarcazione carica di 887 migranti al largo delle coste libiche. La maggior parte dei migranti morì annegata, il più alto numero di vittime mai registrato. Il 19 inizierà anche l’ostensione straordinaria della Sacra Sindone, che si concluderà poi il 24 giugno.

Maggio si apre con l’Expo di Milano, sei mesi all’insegna dell’alimentazione, dell’educazione alimentare alla grave mancanza di cibo che affligge il Terzo Mondo e delle tematiche legate agli OGM. L’esposizione termina con un successo: 141 stati partecipanti, 22,2 milioni di visitatori, di cui 6,5 stranieri, con il boom di settembre ed ottobre. Il traguardo raggiunto più importante è stato tuttavia la stesura della Carta di Milano, documento che elenca i principi e gli obiettivi dei firmatari riguardo al tema della nutrizione, della sostenibilità ambientale e dei diritti umani. Carta poi consegnata all’Organizzazione delle Nazioni Unite.

L’11 giugno è il giorno di un’astronauta italiana, Samantha Cristofetti, tornata sulla Terra dopo 200 giorni nello spazio. Sarà la donna che ha affrontato la missione più lunga a bordo di un’astronave. Legate allo spazio anche le tematiche di luglio, con la scoperta di Kepler 452b, il pianeta più simile alla nostra Terra. NASA protagonista anche a settembre: c’è acqua su Marte, mentre il 28 settembre spettacolo nei cieli con l’eclissi totale di luna.

eagles-bataclan-

Il ritorno al Batalcan degli Eagles of Death Metal

Si arriva così al 13 novembre, intanto che l’ISIS ha continuato a minacciare l’Occidente, con tanto di slogan “Invaderemo Roma”, città simbolo del potere di Dio sulla terra. Sono da poco passate le 21.00 quado scoppia l’inferno a Parigi. Una serie di attacchi terroristici coordinati si verificano in meno di un’ora in banlieue, nella zona intorno allo Stade de France, che ospita la partita di calcio Francia-Germania, e a Parigi ‘intra-muros’: rue de Charonne, Boulevard Voltaire, Rue Alibert, Rue de la Fontaine au Roi e il teatro Bataclan, nei quartieri nord-est della capitale. Gli attentatori sono otto e sono armati di fucili ed esplosivi. La strage più grave è quella del teatro, dove è in corso un concerto degli Eagles of Death Metal, 90 sono i morti tra cui l’italiana Valeria Solesin. Dopo una settimana dei fatti di Parigi, il terrore si sposta a Bruxelles, dove le autorità, nel timore di un attacco simile a quello parigino, blindano la città. Si cerca Abdeslam Salah, uno degli attentatori di Parigi, che resta il terrorista più ricercato d’Europa.

“Quel maledetto venerdì parigino” così è stata definita quella giornata dalle più importanti testate giornalistiche mondiali. Le tematiche del nuovo anno di certo seguiranno il binario del 2015, con la certezza che nel 2016 le misure di sicurezza saliranno sempre più, la pace resta tutta da costruire. Dopo il totalitarismo, la democrazia ha un nuovo terribile nemico da fronteggiare.

LO SPECIALE 2015 DI IRPINIANEWS