Da Altavilla: “Vogliamo Maselli al Parlamento”

10 giugno 2005

Altavilla Irpina – Per l’ex presidente della Provincia Francesco Maselli l’ennesima riprova di una stima che continua a contraddistinguere il suo operato. Lo dimostrano, ancora una volta, i circoli della Margherita di Altavilla Irpina che, in un documento, hanno avanzato la propria proposta: la candidatura di Franco Maselli al Parlamento. Una richiesta, stilata in un documento inviato all’on. Francesco Rutelli, all’on. Ciriaco De Mita e a Domenico Covotta, nata dopo attente riflessioni: “Maselli ha dimostrato di meritare tutt’altra considerazione rispetto a quella che finora il Partito gli ha riservato. Se fino a oggi sono prevalse altre logiche (a volte poco politiche e molto legate all’interesse di qualcuno) sia in occasione delle elezioni provinciali che in quelle regionali, adesso intendiamo far partire da Altavilla un deciso ‘basta’! I fatti hanno dimostrato che i meriti, la serietà, la competenza e una responsabile coerenza non bastano se non si è …’predestinati o protetti’. Vogliamo sperare che l’attuale dirigenza, come per il passato, non ignori questa proposta che viene dalla base e che non continui a far finta di niente rispetto alle sollecitazioni che sono giunte in questi ultimi giorni da parte di iscritti e dirigenti di partito. Se anche questa volta sarà così, sarà cura nostra e di quanti vorranno condividere, tener vivo il confronto. Le recenti scelte della Margherita che hanno riguardato la politica nazionale dimostrano che è vivo lo spazio del confronto dialettico in un partito democratico nuovo ma con tradizioni nobili e profonde. E’ partendo da questo presupposto che i circoli locali della Margherita, tenuto conto dei lusinghieri risultati elettorali delle ultime consultazioni, rivendicano la candidatura di Francesco Maselli alle prossime elezioni per il rinnovo del Parlamento nazionale. Tale esigenza nasce dalla consapevolezza che è ormai tempo di privilegiare anche il criterio monocratico che resta un elemento fondamentale da porre a base della scelta degli uomini politici a cui delegare la rappresentanza della nostra provincia. Non possiamo sottacere l’attività proficua svolta da Maselli durante la sua attività di presidente della Provincia di Avellino ed il senso di responsabilità politica grazie al quale è stato possibile assicurare l’equilibrio politico dell’intero centrosinistra campano. Tale comportamento rappresenta un dato estremamente significativo in un contesto in cui vediamo prevalere logiche di convenienza personale spesso basate sull’ostentazione di una rappresentatività che viene intesa a titolo personale e non in nome del partito in cui si milita”. Da qui “abbiamo dato vita ad un comitato spontaneo a sostegno della della candidatura Maselli. Le adesioni potranno pervenire in forma anonima”. Come andrà a finire, è troppo presto dirlo.