Crisi Commercio, Cidec in pressing: “Subito la Consulta comunale”

Crisi Commercio, Cidec in pressing: “Subito la Consulta comunale”

11 ottobre 2018

La Cidec di Avellino, tramite il presidente Nicola Grasso “sollecita la convocazione della Consulta comunale del commercio, dell’artigianato e del turismo, istituita nell’anno 2018 con delibera n.29 in occasione della seduta del Consiglio comunale di Avellino del giorno 16 Aprile 2018”.

L’istituzione di un tale organismo, che ha tra i propri compiti attività propositive e consultive nei confronti dell’Amministrazione, su tutto ciò che abbia rilevanza per il settore del Commercio e del Turismo, con la possibilità anche di esprimere pareri qualificati sulle questioni che gli organi comunali riterranno di doverle sottoporre, era stata già da tempo auspicata proprio dalle Associazioni di Categoria, con l’intento di favorire un migliore raccordo e quindi la più ampia collaborazione, tra le stesse e la Amministrazione Comunale.

Per legge la convocazione è prevista “entro tre mesi dall’insediamento del Consiglio comunale”, tuttavia, l’incalzare delle festività natalizie impongono tempi rapidi, per evitare che si ripeta quello che è accaduto al Ferragosto avellinese, cominciando sin da subito anche a riflettere sulle manifestazioni promozionali turistiche legate al Natale, per suggerire poi al Comune possibili innovazioni e correttivi, con l’intento appunto di far si che le stesse siano sempre più proficue.

Per questo motivo i vertici della Cidec di Avellino chiedono di “accelerare l’iter per la costituzione di tale organismo, in quanto riteniamo lo stesso quale luogo naturale in cui le associazioni accreditabili e realmente operanti si possano confrontare in modo trasparente e democratico per collaborare costruttivamente con l’Amministrazione comunale”.