Crisi Alto Calore, il sindacato chiama la Regione: subito un tavolo

Crisi Alto Calore, il sindacato chiama la Regione: subito un tavolo

3 Maggio 2018

Crisi Alto Calore, il sindacato chiama la Regione. I segretari di Cgil, Cisl e Uil chiedono la convocazione di un tavolo a Palazzo Santa Lucia sulla difficile situazione dell’azienda di Corso Europa.

“Dopo aver concluso ogni tipo di confronto in sede aziendale senza raggiungere gli auspicati risultati – incalzano i segretari di Cgil, Cisl e Uil Fiordellisi, Melchionna e Simeone – chiediamo la convocazione urgente di un incontro in Regione Campania”.

Il sindacato chiede al vicepresidente regionale Fulvio Bonavitacola di coinvolgere anche il presidente dell’Ente Idrico Campano Luca Mascolo, il coordinatore del Distretto Irpinia Sannio Giovanni Colucci e, naturalmente, il presidente di Alto Calore Raffaello De Stefano.

Gravato da un debito di oltre 130 milioni di euro, Alto Calore rischia, nonostante la recente approvazione del bilancio, il fallimento. Preoccupazione anche per il futuro dei lavoratori, per i quali il sindacato chiede precise garanzie.