Crioconservazione, il Moscati tra le eccellenze nazionali

Crioconservazione, il Moscati tra le eccellenze nazionali

15 febbraio 2016

Inaugurato stamane all’ospedale Moscati di Avellino il reparto che si occupa della crioconservazione delle cellule germinali.

Il progetto, promosso dalla Regione Campania, è finalizzato alla creazione di una Rete Multidisciplinare di specialisti per la preservazione della fertilità di giovani pazienti che rischiano, a causa di patologie e/o di terapie dannose per la funzione delle gonadi, di vedere compromessa la propria capacità riproduttiva.

Nel corso del convegno “Conservazione della fertilità nei pazienti oncologici” organizzato dall’Unità Operativa di Fisiopatologia e riproduzione della coppia dell’Azienda Ospedaliera “San Giuseppe Moscati” di Avellino sono intervenuti autorità locali e specialisti.

Sul punto, si segnalano le parole della presidente del Consiglio regionale Rosa D’Amelio, stamane presente nell’aula magna del Moscati per la presentazione del progetto: “Il Moscati rientra le cinque realtà nazionali in questo campo specifico. Come Regione, in uno ai grandi nomi e alle personalità che comporranno questo reparto, daremo grande sostegno”.

L’occasione della kermesse odierna ha rappresentato anche l’occasione, per il manager del Moscati Pino Rosato, di fare il punto rispetto allo sblocco del turn over. “Abbiamo perso troppe figure in questi anni – ha detto Rosato – poichè partivamo da una dotazione organica già insufficiente. Ora con lo sblocco parziale del 2011, 2012, 2013 e con lo sblocco totale dell’anno 2015 sicuramente non gestiremo solo l’emergenza ma potremo parlare di programmazione per una struttura di terzo livello che è riferimento regionale ma anche nazionale per alcune patologie”.