Cosa conviene comprare: Bitcoin o Bitcoin Cash?

Cosa conviene comprare: Bitcoin o Bitcoin Cash?

21 giugno 2018

Cosa hanno in comune bitcoin e bitcoin cash e cosa le differenzia? Avere un quadro migliore della situazione in merito aiuterà a capire se conviene comprare bitcoin o bitcoin cash. Iniziamo dunque mettendo a confronto la storia e i dati tecnici delle due criptovalute.

Bitcoin: la prima criptovaluta della storia

Bitcoin nasce il 3 gennaio 2009, è la prima criptovaluta basata sulla innovativa tecnologia blockchain sviluppata dall’anonimo Satoshi Nakamoto. BTC, questa l’abbreviazione, riesce dove altri tentativi di creare monete digitali avevano fallito: il sistema risulta quasi perfetto. La criptovaluta diventa punto di riferimento per le successive monete, nate come “costole” del codice sorgente open source di Bitcoin. Nel 2011, il Bitcoin diventa la prima criptomoneta a essere scambiata dai crypto exchange. Ha così inizio il trading delle criptovalute basato sullo scambio tra dollaro USA e bitcoin: gli scambi tra l’euro e il bitcoin partono solo alcuni anni dopo.

Le caratteristiche tecniche del Bitcoin

Conoscere le caratteristiche tecniche del bitcoin serve a confrontarle con quelle di bitcoin cash che affronteremo più avanti. Bitcoin si basa sul metodo di consenso detto ‘prova di lavoro’ (PoW), il quale richiede l’impiego della capacità di calcolo dei processori (CPU e poi ASIC) per svolgere particolari attività utili a garantire la sicurezza e stabilità della rete su cui la moneta elettronica viaggia. Un blocco di transazioni viene generato ogni 10 minuti e non può essere più grande di 1 MB. Al termine della generazione di ciascun blocco vengono rilasciati 12,5 bitcoin. Il massimo coniabile è fissato in 21 milioni di BTC. Il Bitcoin network supporta non più di 300.000 transazioni al giorno per un costo di commissione medio, per ciascuna transazione, di circa 1 USD.

Bitcoin Cash e la guerra che lo ha generato

La altcoin bitcoin cash è frutto di una vera e propria guerra sulla visione del futuro di bitcoin, tanto che i sostenitori di BCH (altri abbreviano in BCC) sostengono che questo sia il vero bitcoin.​ Bitcoin cash nasce l’1 agosto 2017 come hard fork della blockchain originaria bitcoin. Questo ci fa comprendere subito che BCH è un “figlio” del bitcoin. A renderlo speciale rispetto gli altri “figli” nati dal bitcoin è sicuramente il sostegno ricevuto da personaggi di peso del mondo della crypto economy. Il primo e grande sostenitore è stato Roger Ver, uno dei pionieri del bitcoin. La criptomoneta è stata presto appoggiata da exchange e broker regolamentati per fare il trading di bitcoin cash.​ Bitcoin cash nasce ufficialmente in divergenza con la visione del Bitcoin Core di introdurre alcune modifiche al codice sorgente di Bitcoin, noti come SegWit e Lightning Network.

Le caratteristiche di Bitcoin Cash

Passiamo alle caratteristiche di Bitcoin Cash per capire se è questa l’altcoin da comprare. BCH differisce da BTC per pochi ma fondamentali aspetti: il blocco ha una dimensione variabile estesa di recente fino a 32 MB, le transazioni giornaliere possono quindi essere considerevolmente più numerose. Il vantaggio lo rotroviamo nella fluidità delle rete che difficilmente si congestiona, come invece è avvenuto per il passato sulla rete Bitcoin. Le commissioni sono bassissime e una nuova funzionalità consente i micro pagamenti a costo zero.

In definitiva: Cosa è meglio comprare?

Questa “comparazione a distanza” tra le caratteristiche delle due criptovalute fa comprendere che BCH assicura prestazioni migliori da un punto di vista della rete ed ha potenzialmente più prospettive rispetto a bitcoin. Quest’ultimo, però, resta sempre punto di riferimento indiscusso. Investire in entrambe, una certa quota del proprio capitale, sarà la scelta migliore.