Cosa accade alla Snai?

Cosa accade alla Snai?

27 aprile 2017

Crisi economica o colpo di fortuna?

Il banco non vince sempre e bisogna sapere affrontare in modo dignitoso le perdite anche quando a subirle è un colosso delle scommesse.

I dati italiani continuano a parlare di crescita del settore scommesse, basta pensare che  nel 2016 si sono utilizzati 95 miliardi per scommesse, moltissime sono le giocare a videopoker, giochi di vario genere, gratta e vinci e quanto altro.

A perdere in genere sono i cittadini che giocano perchè il payout è sempre lontanissimo dalla realtà, giocata dopo giocata  c’è chi vince e c’è chi perde.

Ma il 2016 non è solo l’anno in cui il gioco si è affermato in Italia, è successo pure qualcosa di diverso. E’ l’anno in cui si vede l’ennesimo bilancio in rosso della Snai.

Moltissimi sono i lavoratori che hanno ricevuto la lettera che avvia verso il licenziamento.

Da diversi anni la Snai infatti il colosso della scommesse sportive made in Italy continua ad avere un bilancio negativo, dal 2007 che Snai non registra un utile di esercizio, la crisi come è noto aveva  ha portato alla fusione con  Cogetech, un colosso del settore che però ha letteralmente cannibalizzato la Snai.

Una situazione particolare che forse nessuno poteva mai prevedere anche perchè il gioco piace un po’ a tutti e quasi tutti hanno sempre scommesso sulle partite sportive ma evidentemente qualcosa è stato calcolato male e come si dice in questo caso, il banco ha perso.

Eppure i dati sul gioco collegato allo sport sono veramente alti. Uno dei settori dove si punta maggiormente è proprio il calcio ma da quando sono arrivati anche in Italia i maggiori portali online la concorrenza e tanta e probabilmente il colosso italiano delle scommesse sportive non si è riuscito ad adeguare.

Il calcio, naturalmente attira e intercetta la maggioranza degli utenti anche e sopratutto in Campania ed in Irpinia dove costantemente si seguono le maggiori squadre come l’Avellino o il Napoli e gli appassionati corrono a puntare spesso in Snai senza però disdegnare altre realtà, la crisi della Snai dunque lascia un po’ tutti basiti.

Altro settore dove i nostri corregionali ed in particolare qui in Irpinia si punta è il settore motori  inclusa la formula 1 e il MotoGP immediatamente seguiti dal comparto cavalli.

La modalità di gioco live, è quella forse più richiesta e gettonata, inizia a piacere sicuramente meno del gioco fisico perchè questo ultimo lascia troppa attesa mentre quello live e dunque digitale è certamente più simile alla realtà dunque più amato ed infatti impazzano i click sui portali del web dove le scommesse vengono aggiornate continuamente non lasciando adito ad attese, false speranze ed illusioni.

Cosa accadrà alla Snai? Anche il colosso italiano si sta lanciando in offerte Snai online per riuscire forse a far qualcosa al passo con i tempi.