Cornacchini: “Bari con due punte. Lupi col tricolore? Non mi interessa”

Cornacchini: “Bari con due punte. Lupi col tricolore? Non mi interessa”

17 agosto 2019

Alla vigilia della gara di Coppa Italia di Serie C Avellino-Bari in programma domani alle 17.30 al Partenio-Lombardi, il tecnico biancorosso Giovanni Cornacchini ha parlato in conferenza stampa: “A maggio fu una partita particolare che perdemmo immeritatamente. Ora è un altro Bari. Penso alla mia squadra, non all’Avellino. Mi aspetto un Bari in crescita. Speriamo lo sia perché una settimana dopo inizierà il campionato”.

La formazione sarà orfana di capitan Di Cesare colpito da un lutto in famiglia: “A lui vanno le mie condoglianze. In difesa avrebbero comunque giocato Sabbione e Perrotta. A centrocampo Schiavone è pronto, cercherò di dargli dei minuti. Farò probabilmente un 4-4-2 con Simeri e Antenucci. In porta giocherà Frattali. La nostra idea di calcio è quella di aggredire l’avversario”.

“Finora abbiamo subito davvero poco – ha aggiunto il trainer dei galletti – Non c’è nessun caso riguardante la difesa. Quando sei propositivo e fai la partita, capita di concedere qualcosa. Dobbiamo metterci più attenzione sui calci piazzati ma nel complesso sono felice del mio reparto difensivo. Floriano? comincia a stare meglio ma ha perso tutta la preparazione, si è fatto male il secondo giorno di ritiro. Sono convinto di darà una mano”.

“Avellino col tricolore sul petto? Cambia davvero poco, non mi interessa – ha sottolineato Cornacchini – avremmo potuto vincerlo noi, ma fa parte del passato. Ora pensiamo alla coppa che mi sarà utile per far giocare tutti. Fare brutta figura non mi piace. Bisogna stare sempre sul pezzo. Dovremo cercare sempre di imporre il nostro gioco, abbiamo scelto i calciatori per avere questo atteggiamento” ha concluso.