Convalidati gli arresti dei tre estorsori del clan Crimaldi Tortora

16 febbraio 2010

Il GIP di Benevento dopo aver interrogato i tre pregiudicati arrestati la notte tra il 12 e 13 febbraio dai Carabinieri di Dentecane e di Mirabella Eclano, ha convalidato gli arresti dei tre estortori. I tre erano stati colti in flagranza di reato mentre, armati, riscuotevano una mazzetta da 60.000 euro ai danni del proprietario di una nota concessionaria d’auto della provincia di Avellino che dal mese di settembre aveva già versato circa un milione di euro nelle tasche del clan Crimaldi Tortora. Al termine degli interrogatori il GIP di Benevento Sergio Pezza, concordando con le risultanze investigative e ritenendo gravi gli indizi a carico dei tre, ha deciso di confermare per Pacilio e per Aiardo la custodia cautelare in carcere, mentre per Ruggiero, pur ritenendo gravi tali indizi di colpevolezza, ma in considerazione della posizione più marginale assunta nell’intera vicenda, ha disposto la custodia cautelare degli arresti domiciliari. Le indagini dei Carabinieri, coordinate dal dottor Urbano Mozzillo della Procura di Benevento proseguono senza sosta anche per individuare e comprendere se nei fatti siano coinvolte anche altre persone e per delineare compiutamente gli esatti profili dell’intera vicenda.