Controlli straordinari a Benevento: un arresto e 13 denunce

Controlli straordinari a Benevento: un arresto e 13 denunce

1 ottobre 2017

L’attività di controllo del territorio, nell’ambito dell’operazione “alto impatto”, per contrastare l’illegalità diffusa, svolta in questo fine settimana dai reparti del Comando Provinciale Carabinieri di Benevento, ha permesso di conseguire i seguenti risultati:

La Compagnia di Benevento ha deferito in stato di libertà un 25enne di Montesarchio (BN), per guida in stato di ebrezza alcolica in quanto trovato alla guida della sua auto con un tasso alcolemico superiore a quello consentito. Auto sequestrata e patente di guida ritirata. Sono state invece segnalate all’Autorità Amministrativa due persone che circolavano alla guida delle proprie autovetture, poi sequestrate, senza essere in possesso della prevista copertura assicurativa. Altre due persone sono stati sorprese senza indossare il casco protettivo mentre alla guida dei rispettivi motocicli, poi sottoposti a fermo amministrativo. Inoltre, a San Giorgio del Sannio è stato segnalato un 34enne, perchè assuntore di sostanze stupefacenti, trovato dai militari di quella Stazione in possesso di un grammo circa di cocaina.

In Valle Telesina, i Carabinieri della Compagnia di Cerreto Sannita hanno invece denunciato in stato di libertà un 41enne di Melizzano (BN), perché trovato alla guida della sua auto con un tasso alcolemico superiore a quello consentito. Auto sequestrata e patente di guida ritirata.

Nella Valle Caudina, territorio di competenza della Compagnia di Montesarchio, nell’ambito di tali servizi è stato tratto in arresto in Sant’Agata dei Goti (BN) F.A., 56enne già noto per i suoi trascorsi penali, per violazione degli obblighi inerenti alla sorveglianza speciale in quanto veniva trovato dai carabinieri della locale Stazione nel mentre era alla guida della propria autovettura senza essere munito della patente di guida in quanto revocata. Lo stesso, su disposizione dell’A.G., veniva pertanto sottoposto agli arresti domiciliari, mentre l’autovettura veniva sequestrata.
Altresì sono stati deferiti in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Benevento 9 persone:

– R.E.G., un 21enne di un centro limitrofo della provincia di Avellino per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Difatti i militari del Nucleo Operativo a seguito di perquisizione domiciliare, rinvenivano una pianta essiccata di marijuana dell’altezza di circa cm. 80 oltre ad un bilancino di precisione, il tutto poi sottoposto a sequestro;

– in Montesarchio i militari dell’Aliquota Radiomobile deferivano in stato di libertà una ragazza di 20 anni, originaria di comune limitrofo, per aver provocato un sinistro stradale sotto l’influenza di sostanze stupefacenti che, pertanto veniva segnalata all’Ufficio Territoriale del Governo in qualità di assuntrice di sostanza stupefacenti. Nello stesso centro i carabinieri denunciavano in stato di libertà una 33enne del posto per furto di energia elettrica in quanto si constatava che la stessa aveva provveduto a bypassare il contatore collegandolo direttamente al cavo principale utilizzando un ponticello di cavetti. I militari dell’Aliquota Radiomobile segnalavano, inoltre, all’A.G. un 24enne di Pannarano per violazione delle prescrizioni della libertà vigilata e un 29enne di Bonea per violazione delle prescrizioni relative all’affidamento in prova ai servizi sociali con obbligo di dimora. Mentre a Limatola lo stesso personale della Radiomobile sottoponeva a sequestro un’autovettura Audi A6 sprovvista di targhe e risultante essere stata asportata nella provincia di Isernia nel mese di giugno. All’interno del veicolo venivano rinvenuti numerosi attrezzi atti allo scasso, nonché del materiale di probabile provenienza furtiva e sequestrava anche un’autovettura in sosta che è risultata essere sprovvista della regolare copertura assicurativa;

– in Moiano (BN) militari della Stazione di Airola hanno deferito in stato di libertà la proprietaria di un manufatto atteso che si accertava che la stessa aveva realizzato delle opere abusive in difformità al permesso a costruire. Tali difformità violavano anche le prescrizioni ambientali in quanto l’area ove erano state realizzate le opere ricadevano sotto il vincolo del piano territoriale paesistico;
– i carabinieri della Stazione di Dugenta (BN) denunciavano due persone di Limatola (BN) poiché si rendevano responsabili, in concorso tra loro, di esercizio arbitrario delle proprie ragioni con minaccia alle persone e invasione di terreni in quanto apponevano una recinzione su altra proprietà minacciando, in un secondo momento, il legittimo proprietario del fondo. Sempre a Limatola è stata denunciata una ragazza per esercizio arbitrario della proprie ragioni e sottrazione di minore, per essersi allontanava dal proprio nucleo familiare portando con sé il figlio minorenne; mentre a Dugenta, invece, deferivano una donna del posto per violazione degli obblighi di assistenza familiare e abbandono di minori. La stessa, dopo essersi volontariamente allontanata dal proprio nucleo familiare, di fatto abbandonava i tre figli di minore età.

– i Carabinieri di Vitulano deferivano un 45enne censurato del posto per atti osceni in luogo pubblico in quanto lo stesso veniva sorpreso ad urinare su di una parete della chiesa alla presenza di diverse persone tra le quali alcuni minori.

A Cautano, i Carabinieri del luogo hanno segnalato, quale assuntore di sostanza stupefacenti, un 19enne sorpreso, a seguito di perquisizione personale, con circa 2 gr. di sostanza stupefacente del tipo marijuana
Il Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di San Bartolomeo in Galdo ha segnalato per il Foglio di Via Obbligatorio due pregiudicati per reati contro il patrimonio, provenienti dall’hinterland napoletano. I due che non sapevano dare giustificazione alla loro presenza in loco, sono stati sorpresi mentre si aggiravano a bordo di una Fiat Uno a passo d’uomo nel centro abitato Fortorino, probabilmente alla ricerca di qualche obiettivo da depredare.