Controlli serrati a Benevento: sette denunce e un arresto

Controlli serrati a Benevento: sette denunce e un arresto

by 30 dicembre 2016

Nell’ambito dell’operazione “alto impatto” svolto nella serata di ieri e questa mattina, nei servizi di controllo del territorio svolti dai reparti del Comando Provinciale Carabinieri di Benevento sono stati conseguiti, nello specifico, i seguenti risultati:

I militari della Compagnia di Benevento hanno deferito in stato di libertà D.R.F un pensionato 66enne di Benevento, il quale nel corso di un controllo, mentre era a piedi in questo Viale Mellusi, veniva trovato in possesso di una mazza ferrata, custodita all’interno di un borsello.
Mentre a Paduli, un operaio 24enne del luogo è stato segnalato all’autorità Amministrativa poiché veniva sorpreso alla guida di una autovettura Volkswagen Golf priva della copertura assicurativa obbligatoria.

Il personale delle Stazioni dipendenti e del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Montesarchio ha tratto in arresto Galasso Matteo, nullafacente 42 enne di Montesarchio, già noto ai Carabinieri per i suoi trascorsi penali e sottoposto agli arresti domiciliari per detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio, il quale, in esecuzione di apposita ordinanza del G.I.P. del tribunale di Benevento, veniva tradotto presso la locale casa circondariale, per essere stato denunciato più volte dai carabinieri in quanto non era stato trovato presente in casa nel corso dei controlli.
Gli stessi militari hanno poi deferito in stato di libertà:
– M.L., 23enne di Pannarano, attualmente detenuto agli arresti domiciliari presso una comunità di recupero per essere stato notato aggirarsi per le vie del centro di origine;
-M.D. 56enne di Bucciano, che nel corso di una perquisizione all’interno della sua abitazione negli arredi da cucina veniva trovato in possesso di quasi 200 petardi di genere vietato per un peso di complessivo di circa 5 kg di materiale esplodente, che pertanto, veniva posto sotto sequestro
– due pregiudicati originari della provincia di Salerno, un 36enne e un 25enne, perchè venivano sorpresi e bloccati mentre tentavano di manomettere ed asportare monete da una slot-machine all’interno di un esercizio commerciale lungo la Statale Appia in territorio di Apollosa
– due pastori, padre e figlio, di Vitulano ritenuti responsabili di aver causato lesioni lievi ad un loro concittadino per motivi legati al pascolo del bestiame;
– D.G. un 29enne di Montesarchio già noto ai carabinieri per i suoi trascorsi penali per essere stato sorpreso alla di un ciclomotore senza essere in possesso di patente di guida e sprovvisto di copertura assicurativa, mentre un pizzaiolo di Sant’agata veniva segnalato all’Autorità Amministrativa, perchè sorpreso alla guida della propria autovettura senza la prevista copertura assicurativa. Entrambi i mezzi venivano sequestrati.
Segnalati anche due giovani per uso personale di sostanze stupefacenti in quanto trovati in possesso di modiche quantità di hashish e cocaina.
Infine due pregiudicati, uno di Guardia Sanframondi e uno di San Lorenzo Maggiore che venivano notati con fare sospetto nei pressi di alcuni esercizi commerciali a Dugenta, senza dare una plausibile giustificazione della loro presenza in loco.