Controlli dei carabinieri in Alta Irpinia, fogli di via e denunce per droga

Controlli dei carabinieri in Alta Irpinia, fogli di via e denunce per droga

12 marzo 2017

L’incremento dei servizi posti in essere dal Comando Provinciale Carabinieri di Avellino, che ha visto il rafforzamento dei controlli tesi a contrastare il fenomeno dell’uso delle sostanze stupefacenti, ha portato nuovi risultati.

I Carabinieri della Compagnia di Sant’Angelo dei Lombardi, hanno effettuato posti di controllo, principalmente nei comuni di Lioni e Sant’Angelo dei Lombardi, nel corso dei quali, sono state eseguite svariate perquisizioni ed elevate contravvenzioni alle norme del Codice della Strada.

Il bilancio complessivo è stato di una persona segnalata alla Prefettura di Avellino quale assuntore di sostanze stupefacenti, una denunciata per guida sotto gli effetti di della droga e due Fogli di Via.

52 le autovetture controllate e 86 le persone identificate.

A Lioni, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile, hanno fermato un giovane 36enne del luogo che, a bordo della sua autovettura, veniva sorpreso con una dose di hashish e di eroina.

L’uomo, fermato per un normale controllo, era in evidente stato di alterazione psicofisica e pertanto veniva sottoposto ad accertamenti tossicologici, all’esito dei quali risultava aver assunto della sostanza stupefacente.

Scattava quindi la denuncia in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino per guida sotto gli effetti di sostanze stupefacenti, la segnalazione alla Prefettura del capoluogo irpino nonché il ritirato della patente di guida.

A Rocca San Felice, i Carabinieri della Stazione di Sant’Angelo dei Lombardi hanno fermato due persone a piedi che si aggiravano con fare sospetto nei pressi del centro abitato.

Insospettiti per la presenza di quei soggetti in quella zona, i militari dell’Arma hanno subito proceduto alla loro identificazione. Dagli accertamenti emergevano a loro carico svariati precedenti di polizia principalmente per reati contro il patrimonio. Poiché gli stessi, entrambi della provincia di Napoli, non riuscivano a fornire alcun valido motivo circa la loro presenza in quel luogo, venivano allontanati con Foglio di Via Obbligatorio.