Controlli a tappeto dei Carabinieri: denunce, arresti e fogli di via

14 dicembre 2011

Nella tarda serata di ieri, durante l’esecuzione di mirati controlli nel comune di Pratola Serra, i Carabinieri della locale stazione hanno dapprima sorpreso tre giovani cittadini pregiudicati di nazionalità macedone a tagliare circa 40 alberi di noci per poi caricarli su di un autocarro, mentre, successivamente, due cittadini rumeni, anch’essi pregiudicati, sono stati trovati in una proprietà privata mentre cercavano di asportare materiale ferroso. Tutti i soggetti sono stati deferiti per tentato furto aggravato e i mezzi in questione venivano sottoposti a sequestro così come gli strumenti utilizzati per commettere le azioni illecite. Inoltre, a loro carico è stato emesso un provvedimento del foglio di via obbligatorio.
Nel medesimo contesto, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Mirabella Eclano, alla Frazione Calore, hanno denunciato un cittadino del Bangladesh poiché sprovvisto di permesso di soggiorno e gravato da decreto di espulsione emesso dalla Prefettura. Alla Frazione Piano Pantano, un 22enne di Avellino, durante un controllo alla circolazione stradale, è stato denunciato in quanto trovato in possesso di un manganello di ferro rinvenuto all’interno della sua autovettura. A Montefalcione, invece, durante i controlli alle persone sottoposte a misure di prevenzione, un 32enne è stato deferito poiché inottemperante al provvedimento della sorveglianza speciale.
A Frigento, infine, i militari della locale Stazione, durante l’esecuzione di servizi preventivi, hanno sorpreso due giovani cittadini pregiudicati serbi che si aggiravano per le vie del paese a bordo di autovettura con fare sospetto. Immediatamente controllati, sono stati allontanati con foglio di via obbligatorio dato che non sapevano giustificare la loro presenza in quel luogo e in quanto gravati da numerosi precedenti specifici per reati contro il patrimonio. L’autovettura è stata sottoposta a sequestro poiché sprovvista della copertura assicurativa.
Prosegue ininterrottamente, dunque, l’attività di prevenzione e di controllo del territorio, su disposizione del Comando Provinciale Carabinieri di Avellino, finalizzata alla massima prevenzione dei reati di tipo predatorio.