Contratto d’Area: Bianchino in soccorso della De Simone e Salvatore

20 aprile 2005

Avellino – “Nessuna incompatibilità per il presidente della Provincia Alberta De Simone, quale responsabile unico del Contratto D’Area e del patto Territoriale di Avellino e quale componente del Cda di Asse per l’assessore Eugenio Salvatore”. Questo il commento di Mario Bianchino nella sua qualità di direttore generale dell’ente di Palazzo Caracciolo. Per l’alto funzionario vale la norma prodotta dalla nota 150 del 24 marzo dello scorso anno con la quale la presidenza del Consiglio dei Ministri affermava che “non appare a questo comitato applicabile ai Responsabili Unici dei Contratti d’Area, la norma sull’incompatibilità dell’articolo 52 comma 62 della legge 28/2001 numero 448”. Il richiamato articolo era conseguente all’opposizione formulata dallo stesso Claudio Rossano alla presunta incompatibilità del presidente Maselli. Come è noto, lo stesso rappresentante di Forza Italia, arch. Rossano unitamente ad Antonio Bonaiuto, aveva prodotto nei giorni scorsi, una nota ai Ministri competenti circa l’incompatibilità dell’attuale numero uno di Palazzo Caracciolo e dell’assessore Eugenio Salvatore. Continua così il botta e risposta sul caso del Contratto d’Area e sulle non accertate irregolarità che hanno caratterizzato i vari presidenti ad oggi.