Contrasto alla camorra in Irpinia, Sibilia: “Pronti a potenziare le forze dell’ordine”

Contrasto alla camorra in Irpinia, Sibilia: “Pronti a potenziare le forze dell’ordine”

24 settembre 2018

Marco Imbimbo – Un focus con particolare attenzione ai territori del Vallo di Lauro e della Valle Caudina, ma senza tralasciare la sicurezza in generale della nostra provincia. I due argomenti sono stati oggetto di un tavolo che si è tenuto in Prefettura, dove è stato convocato il Comitato Provinciale di Ordine e Sicurezza Pubblica.

All’incontro ha preso parte anche il Sottosegretario all’Interno, Carlo Sibilia, il Procuratore Aggiunto della Repubblica presso la DDA di Napoli e il Procuratore Aggiunto presso la Procura di Avellino, il Questore, il Comandante Provinciale dei Carabinieri ed il Comandante Provinciale della Guardia di Finanza, unitamente al Vicario del Questore ,al Dirigente della Squadra Mobile, al Comandante il Reparto Operativo Carabinieri, nonché
ai Dirigenti dei Commissariati della Polizia di Stato di Cervinara e Lauro ed ai Comandanti delle Compagnie Carabinieri di Avellino e Baiano.

“Da parte del Governo c’è la massima attenzione alle problematiche emerse”, spiega il sottosegretario Sibilia che annuncia anche il suo impegno per “potenziare gli organici delle forze di polizia”, a cominciare dal Commissariato di Cervinara alle prese con una carenza di organico rispetto a quello previsto.

Sibilia, inoltre, ha assicurato che si occuperà personalmente di sollecitare “la conclusione dei lavori di realizzazione della caserma dei carabinieri di Monteforte Irpino”.

Il Sottosegretario ha anche espresso il proprio apprezzamento per l’operato in Irpinia delle forze dell’ordine e dell’autorità giudiziaria Irpinia.

Neo corso dell’incontro sono state analizzate le condizioni di sicurezza pubblica nella Provincia, con una particolare attenzione sulle aree del Vallo di Lauro e della Valle Caudina, dove sono  radicate le organizzazioni criminali di stampo camorristico. Gli attuali assetti dei clan sono stati oggetti del confronto in Prefettura che si è occupato anche delle attività di prevenzione, che già vede in ogni territorio un forte impegno in tutte le direzione delle Forze di Polizia, con il progressivo potenziamento dei dispositivi di controllo del territorio attraverso modelli dinamicamente adeguati al contrasto, volti alla massima ottimizzazione delle risorse.

L’attività di prevenzione ha visto, anche nell’ultimo anno, il potenziamento dei controlli antimafia volti ad  intercettare ed eliminare dal circuito dell’economia legale realtà inquinanti e, al contempo, prevenire o contrastare fenomeni di infiltrazione negli apparati istituzionali.

La presenza dell’Autorità Giudiziaria ha consentito di recepire utili contributi per meglio orientare e rafforzare l’attività di prevenzione.