Contrasto ai furti, controlli straordinari dell’Arma: in manette due rumeni

Contrasto ai furti, controlli straordinari dell’Arma: in manette due rumeni

23 febbraio 2018

Il Comando Provinciale dei Carabinieri di Benevento ha predisposto un piano straordinario per il controllo del territorio, finalizzato alla prevenzione dei reati predatori, in particolare quelli a carattere violento. Il dispositivo di sicurezza, concentrato nelle ore notturne, prevede l’intensificazione di un maggior numero di pattuglie dell’Arma per effettuare anche posti di blocco lungo le principali arterie di collegamento con le province limitrofe.

Nella notte, in occasione di tali controlli, i Carabinieri dei reparti dipendenti hanno proceduto all’arresto di due persone colpite da provvedimenti restrittivi:

Il primo è avvenuto nell’area della Valle Telesina, in territorio di Solopaca (BN), dove P.O., rumeno 39enne, è stato riscontrato essere destinatario di ordine di esecuzione per mandato di arresto europeo emesso dall’Autorità Giudiziaria rumena per i reati di furto aggravato e guida senza patente commessi in quello Statto.

L’altro arresto ha riguardato, I.A., 42enne di nazionalità rumena e senza fissa dimora, che, mentre era in compagnia di un suo connazionale in giro in alcune aree isolate di Durazzano (BN) è stato controllato dai Carabinieri della Stazione di Sant’Agata de’ Goti.

L’uomo, infatti, è stato trovato essere destinatario di ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica di Foggia, dovendo espiare un anno e 11 mesi di reclusione, in quanto riconosciuto colpevole di rapina e porto abusivo di armi in concorso, nonche’ destinatario di altro ordine di carcerazione della medesima Procura per resistenza a pubblico ufficiale e false dichiarazioni sulla identità personale.

L’altro rumeno di 37anni, anch’egli pregiudicato per reati contro il patrimonio, è stato segnalato per il Foglio di Via Obbligatorio dal centro di Durazzano.

Tutti e due gli arrestati sono stati tradotti presso la Casa Circondariale di Benevento a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.