Consorzio Sannio in Cina e al Merano Wine Festival

Consorzio Sannio in Cina e al Merano Wine Festival

10 novembre 2018

Il Sannio Consorzio Tutela Vini in trasferta in Cina e a Merano per due importanti missioni. Si tratta di iniziative che nascono con l’obiettivo di valorizzare il brand Sannio, locomotiva del vino campano.

In questi giorni in Oriente è in pieno svolgimento una delle tappe previste dalla programmazione per la promozione del vino sannita sui mercati dei Paesi Terzi grazie alle opportunità offerte dall’OCM Vino (Organizzazione Comune dei Mercati dedicata al settore vitivinicolo).

La trasferta in Cina è iniziata ad Hong Kong, lo scorso 6 novembre, con una degustazione riservata al canale Horeca (acronimo di Hotellerie-Restaurant-Café, ma la terza parola viene a volte identificata con Catering, o altre similari), vale a dire al settore dell’industria alberghiera.

L’incontro si è svolto nella cornice del ristorante Octavia Bombana, il primo ristorante italiano al di fuori dell’Italia a ricevere il prestigioso riconoscimento delle Tre Stelle Michelin. Sempre ad Hong Kong, mercoledì 7 novembre, le aziende in trasferta con il Consorzio hanno preso parte all’evento Tre Bicchieri Gambero Rosso, con banco degustazione e sfiziosità gastronomiche. Una simile iniziativa si svolgerà il prossimo 15 novembre a Pechino, dove i vini sanniti saranno protagonisti nell’ambito di un nuovo appuntamento di Tre Bicchieri Gambero Rosso.

A partire da oggi, il Consorzio sarà invece protagonista a Merano, in occasione della ventisettesima edizione del Merano WineFestival. In questa trasferta il Consorzio viaggerà insieme a Valisannio, l’azienda speciale della Camera di Commercio di Benevento, per attirare l’attenzione nell’ambito di una delle manifestazioni più importanti in Europa per quanto concerne la promozione del vino.

Il Merano WineFestival, ideato nel 1992 da Helmuth Köcher, è diventato nel corso degli anni punto di riferimento internazionale dell’eccellenza enogastronomica, un vero e proprio forum in cui si incontrano e scambiano opinioni produttori, operatori del settore e consumatori.

Nel corso di cinque intense giornate, tra il gotha dell’enologia italiana e mondiale spiccheranno anche le eccellenze vitivinicole sannite. Per il quarto anno consecutivo il Consorzio propone nella vetrina internazionale meranese lo spazio “Casa Sannio”, allestito all’ingresso del Kurhaus, il complesso che ospita la rassegna.

Nella cornice di “Casa Sannio” si potranno degustare le etichette ottenute da uve aglianico e falanghina, ma anche coda di volpe, piedirosso, barbera e i vini da uvaggio, accompagnati da prodotti e piatti tipici sanniti.

Altro momento importante di questa trasferta sarà l’appuntamento “32 anni di Aglianico del Taburno Dop”, in programma lunedì 12 novembre (Hotel Terme, dalle ore 15.00) nell’ambito dello spazio dedicato alle “Masterclass” che vedrà protagoniste le eccellenze enologiche nazionali e internazionali, il cui ricavato andrà in beneficenza.

Il sommelier Alessandro Scorsone, insieme al giornalista Pasquale Carlo, condurranno una degustazione di cinque vini, accompagnando i partecipanti alla scoperta del mondo della denominazione “Aglianico del Taburno” con il marchio Doc arrivato nel 1986, poi elevatosi a Docg nel 2011.

Un excursus tra le caratteristiche, le potenzialità e le curiosità storiche del vitigno a bacca rossa più importante del Meridione, che trova nell’areale del Taburno una delle sue zone elette.

Sannio protagonista anche per quanto concerne la gastronomia e l’abbinamento cibo/vino. Evento importante sarà quello ospitato nello spazio Gourmet Arena, dove nella giornata di oggi (alle ore 17) sarà di scena lo chef Daniele Luongo che proporrà alla platea che visita la rassegna il piatto laene e fagioli con tartufo bianco di Ceppaloni.

Luongo sarà di scena anche nel pomeriggio di domenica 11 novembre (ore 15.30), nella cornice The Circle, uno spazio polivalente esterno nelle immediate vicinanze del Kurhaus, dedicato all’approfondimento e all’esplorazione dei diversi territori italiani attraverso incontri e confronti che mirano a valorizzare le eccellenze enogastronomiche. Lo chef sannita in questa occasione proporrà il piatto più celebre della tradizione gastronomica beneventana, il cardone.

Nel pomeriggio di domenica giungerà al Merano WineFestival anche il noto pizzaiolo partenopeo Gino Sorbillo, punta di diamante dell’universo della pizza napoletana e uno dei principali protagonisti di quella pattuglia di appassionati pizzaioli che hanno fatto di un prodotto tradizionale una preparazione di qualità.

Sorbillo seguirà il Consorzio Sannio per una nuova tappa di “Pizza&Falanghina del Sannio”, progetto avviato nel 2015 per promuovere l’abbinamento a tavola tra la Falanghina del Sannio Dop e la Vera pizza napoletana Stg (Specialità tradizionale garantita). Appuntamento programmato nella cornice del The Circle (ore 18).

Nella stessa cornice, a partire dalle ore 21, andranno in scena gli attori della compagnia teatrale beneventana “Solot”.