Congresso Pd, tra veleni e ricorsi ecco gli eletti all’Assemblea Provinciale

Congresso Pd, tra veleni e ricorsi ecco gli eletti all’Assemblea Provinciale

24 aprile 2018

Renato Spiniello – Conclusa la due giorni di Assemblee di Circoli, da via Tagliamento, sede provinciale dei dem irpini, arrivano anche i dati ufficiali sul numero degli elettori nei singoli collegi e degli eletti all’Assemblea Provinciale. Quest’ultimi dovranno attendere però la proclamazione fissata entro la deadline del 15 maggio.

I NUMERI – In tutto sono 2.980, a fronte di una platea definita dal commissario David Ermini di 8.568, i tesserati che hanno espresso la propria preferenza, ovvero il 34,69% del totale, poco più di un terzo di partito. Come prevedibile, dopo l’invito all’astensione dei candidati delle liste “Irpinia Innanzitutto” e “Semplicemente Democratici”, entrambe a sostegno di Michelangelo Ciarcia, dalle urne è venuto fuori un plebiscito per l’unico, a questo punto, a concorrere alla carica di segretario provinciale, ovvero Giuseppe Di Guglielmo.

GLI ELETTI – Il sub-commissario dell’onorevole toscano si è aggiudicato il 97,06% dei voti, più 78 eletti su un totale di 80 all’Assemblea Provinciale, di cui 43 provenienti dalla lista “Il Territorio Protagonista” e 35 da “+Dem”. Nel nuovo organismo dirigente faranno parte anche due membri della lista deluchiana “Semplicemente Democratici”, ovvero Valentino Mennino e Giuseppe Ciasullo.

VELENI E RICORSI – “Anagrafe incisivamente ridotta per una parte e straordinariamente ampliata per l’altra” hanno commentato a caldo i sostenitori della mozione Ciarcia. “Al lordo delle numerose irregolarità già segnalate relative alle procedure congressuali, si è recato alle urne meno di un terzo degli iscritti al partito – prosegue la denuncia – Un consenso modestissimo tale da delegittimare in radice le risultanze congressuali e l’autorevolezza stessa di chi pretende di dirigere il partito. Un candidato segretario che, sostanzialmente candidato unico, ha raccolto meno di un terzo dei voti deve immediatamente porsi l’interrogativo di chi rappresenta e se, soprattutto, abbia l’autorevolezza sufficiente a rappresentare un partito che ha largamente dimostrato di non riporre alcuna fiducia in lui e meno che mai nei suoi sostenitori”.

DI SEGUITO I RISULTATI NEI QUATTRO COLLEGI DI AVELLINO-ARIANO-ATRIPALDA E MIRABELLA:

DI SEGUITO L’ELENCO DEGLI 80 ELETTI ALL’ASSEMBLEA PROVINCIALE: