Concorso Regione Campania, il bando il 28 giugno in Gazzetta

Concorso Regione Campania, il bando il 28 giugno in Gazzetta

22 giugno 2019

Dopo più di un rinvio finalmente l’uscita del bando di concorso della Regione Campania ha una data certa: il 28 giugno. Il cronoprogramma, che era stato stabilito lo scorso 18 marzo dal governatore regionale, Vincenzo De Luca, e dal ministro per la Funzione Pubblica, Giulia Bongiorno, aveva previsto la pubblicazione del bando in Gazzetta Ufficiale entro il 20 giugno, ma la discussione – ancora in corso – sulla validità temporale della graduatoria ha fatto sì che l’uscita slittasse alla fine del mese.

Il concorso della Regione Campania è uno dei più attesi del 2019 in quanto volto all’assunzione di ben 10mila profili da inserire nei vari uffici ed Enti territoriali dell’amministrazione di questa regione. Ad assicurare la pubblicazione del bando il prossimo venerdì 28 giugno direttamente Vincenzo De Luca durante un intervento a Radio Crc.

“È stata data una deroga alla Campania: tutti i posti saranno riservati ai campani che concorreranno per trovare il loro primo impiego duraturo”, sono state le parole del governatore campano, il quale si è impegnato nel trovare un accordo con il ministro della PA affinché non scattasse la riserva di legge per la mobilità interna. Manca ora la definizione dei dettagli sulla validità della graduatoria del corso concorso: come anticipato, infatti, è in corso una discussione tra De Luca e la Bongiorno, con il primo che vorrebbe una validità triennale mentre però le norme prevedono dei tempi più corti.

Ad ogni modo De Luca ha tenuto a precisare che non vi saranno, per tale ragione, ulteriori posticipi per la pubblicazione del bando: nel caso non si fosse giunti ad un accordo entro il 28 giugno quest’ultimo dettaglio verrà definito successivamente alla sua uscita. “L’importante è attivare le procedure concorsuali, per arrivare rapidamente alle assunzioni in un settore dove la Regione Campania nella sua storia non hai mai bandito concorsi simili”, sono infatti state le parole del presidente di regione.