Concorso Carabinieri, numero aumentato fino a 1.868 unità

Concorso Carabinieri, numero aumentato fino a 1.868 unità

27 luglio 2017

Aumentato il numero di posti disponibili per il concorso del 25 luglio per il reclutamento di 1.598 allievi carabinieri in ferma quadriennale.

Da 1598, il numero è stato aumentato fino a 1868 unità, così ripartite:

  • da 900 a 1061 allievi carabinieri, riservato, ai VFP1 in servizio;
  • da 386 a 455 allievi carabinieri, riservato, ai VFP1 in congedo e ai VFP4 in servizio o in congedo;
  • da 280 a 320 allievi carabinieri, riservato ai cittadini che non abbiano superato il 26° anno di età, per il successivo impiego 32 allievi carabinieri, riservato ai cittadini in possesso dell’attestato di bilinguismo

Il numero dei vincitori di concorso da formare nelle specializzazioni in materia di sicurezza e tutela ambientale, forestale e agroalimentare per il successivo impiego nelle relative specialità, è stato anch’esso conseguentemente aumentato di n. 37 unità, da n. 167 a n. 204, così ripartiti:

  • da 96 a 118 vincitori del concorso di cui all’art. 1, comma 1, lettera a) bando;
  • da 41 a 50 vincitori del concorso di cui all’art. 1, comma 1, lettera b) bando;
  • da 30 a 36 vincitori del concorso di cui all’art. 1, comma 1, lettera c) bando.

Possono partecipare al concorso i candidati che non hanno presentato domanda ad altri concorsi per le carriere iniziali delle forze di Polizia Civili e Militari, ed in possesso dei seguenti requisiti specifici (oltre ai requisiti generici per l’accesso ai concorsi militari indicati nel bando):

  • per i vfp1 in servizio da almeno 7 mesi e che non abbiano superato i 28 anni;
  • per i vfp1 in congedo e vfp4 in congedo e in servizio che non abbiano superato i 28 anni;
  • per i civili, il limite di età di 26 anni, elevato a 28 se hanno prestato servizio militare e ulteriore requisito di bilinguismo per chi ne è in possesso.

La domanda di partecipazione al concorso va inviata nel termine di scadenza del 2 maggio 2017, e dovrà essere compilata esclusivamente online, seguendo la procedura indicata nel sito dell’Arma.