Comune, disavanzo oltre i 30 milioni: il pre-dissesto è dietro l’angolo

Comune, disavanzo oltre i 30 milioni: il pre-dissesto è dietro l’angolo

26 settembre 2018

Marco Imbimbo – Una lunga riunione al Comune di Avellino per fare il punto della situazione sul Consuntivo 2017. Nella giornata di oggi si sono incontrati tutti gli attori coinvolti nella vicenda, a cominciare dal commissario Mario Tommasino, incaricato a fine agosto dalla Prefettura di redigere il documento contabile, dopo che la Giunta Ciampi aveva annullato l’atto prodotto dalla precedente amministrazione Foti. Oltre al commissario, presenti il collegio dei revisori dei conti, il dirigente alle Finanze, Gianluigi Marotta, e l’assessore al ramo, Gianluca Forgione.

Tra domani e dopodomani, il commissario Tommasino depositerà il frutto del suo lavoro, ma intanto al tavolo è stato affrontato quanto emerso in questi trenta giorni di studio degli atti contabili dell’ente.

Si va verso un disavanzo che supera i 30 milioni di euro, quindi ben oltre quello che era stato accertato dall’amministrazione Foti nel Consuntivo 2017 redatto da quella Giunta.

Un numero importante che, quasi sicuramente, porterà il governo Ciampi ad avviare la pratica per il pre-dissesto con conseguente piano di rientro pluriennale. Una volta depositato il Consuntivo 2017, potrà cominciare l’iter che lo condurrà in Aula. Ci vorranno 20 giorni prima del consiglio comunale in cui dovrà ottenere il via libera, ma prima dovrà passare per la commissione “Bilancio” che, al momento, ancora non esiste al pari di tutte le altre commissioni consiliari. Per formarle servirà un consiglio comunale ad hoc, non ancora convocato, anzi se ne parlerà la prossima settimana. Solo dopo potrà cominciare l’iter del Consuntivo 2017.