Compiono scippo di una collana e fuggono, poi si ribaltano con auto

3 giugno 2013

I Carabinieri della Compagnia di Mirabella Eclano (Av), nell’ambito di appositi servizi di controllo del territorio predisposti dal Comando Provinciale di Avellino e sotto il diretto coordinamento della Procura della Repubblica di Sant’Angelo dei Lombardi (Av) diretta dal Procuratore Capo dott. Antonio Guerriero, hanno tratto in arresto una coppia di coniugi di nazionalità iraniana, dimoranti nel napoletano, sorpresi nella flagranza del reato. Il servizio, posto in essere dai militari per la prevenzione e repressione dei reati predatori che stanno interessando soprattutto le zone più isolate dell’Alta Irpinia, ha permesso ai Carabinieri di bloccare i due malfattori, rispettivamente di anni 34 e 26. I due arrestati, dopo aver furtivamente sottratto una collana in oro che, tramite raggiro stavano visionando da persona anziana del luogo, se ne impossessavano e si davano a precipitosa fuga trascinando la vittima per alcuni metri che nel frattempo si era aggrappato al finestrino dell’auto nel tentativo di fermarli. Poco dopo l’autovettura dei malviventi si ribaltava e i due, grazie agli equipaggi dell’Arma dislocati ambito territorio, venivano immediatamente bloccati e arrestati. L’operazione effettuata in data odierna rientra in una più ampia strategia investigativa posta in essere dalla Procura della Repubblica di Sant’Angelo dei Lombardi unitamente all’Arma dei Carabinieri, volta a contrastare il fenomeno criminoso di furti, rapine ed altri reati contro il patrimonio posti in essere da gruppi criminosi, per la maggior parte provenenti dalle vicine aree napoletane e pugliesi. I malviventi, a causa del tempestivo intervento dei Carabinieri di Frigento e dell’Aliquota Radiomobile sono stati arrestati e sono ora a disposizione della Procura della Repubblica di Sant’Angelo dei Lombardi (Av), diretta dal Procuratore Capo dott. Guerriero Antonio.