Commissioni e “caso” Urciuoli: clima sempre più teso in consiglio comunale

Commissioni e “caso” Urciuoli: clima sempre più teso in consiglio comunale

21 agosto 2019

Alpi – Clima sempre più teso nel consiglio comunale di Avellino. Pronti, via, va subito in scena un nuovo battibecco tra il presidente del civico consesso, Ugo Maggio, ed il consigliere comunale del M5S Luigi Urciuoli. La “miccia” l’accende lo stesso Maggio che, ad inizio dei lavori, dice: “Lo scorso consiglio abbiamo assistito ad un vero e proprio teatrino. Chiedo a tutti i colleghi il rispetto dell’aula”. Poi, si rivolge in particolare proprio ad Urciuoli: “Lei ha l’obbligo di rispettate le norme e deve avere rispetto di tutti i consiglieri. Lei mi ha offeso ma, offendendo me, manca di rispetto a tutta la città”. Pronta, ovviamente, la risposta: “E’ una vergogna che si dica che per colpa mia non si sono fatte le commissioni consiliari. Lei, presidente, è tenuto a tutelarmi. Sulle commissioni si deve fare chiarezza, una volta per tutte”. Ma la confusione è tanta, con microfoni che funzionano poco e consiglieri che, ripetutamente, alzano la voce e si “parlano addosso”.

“Lei sta peccando di inesperienza, signor presidente”, incalza invece Montanile che “minaccia” di abbandonare l’aula, bloccato dal collega Giordano.