Commissioni consiliari, trovato l’accordo: il 26 settembre il via libera. Ecco la composizione

Commissioni consiliari, trovato l’accordo: il 26 settembre il via libera. Ecco la composizione

11 settembre 2019

Alfredo Picariello – I nodi, tranne qualche piccolo dettaglio, sembrano essere sciolti. Il consiglio comunale di Avellino è pronto a varare le commissioni, dopo la riunione decisiva dei capigruppo che si è tenuta nel pomeriggio di oggi. Riunione di certo più tranquilla rispetto alle precedenti, caratterizzata solo da un’interruzione di circa 30 minuti richiesta dalla minoranza.

Le commissioni, che saranno votate nel prossimo consiglio comunale in programma giovedì 26 settembre, sono queste.

La prima (Affari Generali – Personale – Decentranento – Contenzioso): Mario Spiniello, Mirko Petrozziello, Giovanna Vecchione, Biancamaria D’Agostino e Luigi Urciuoli. La seconda (Regolamento ed ordinamento istituzionale dell’ente – Stato di avanzamento del programma – Trasparenza): Elia De Simone, Giovanni Cucciniello, Gennaro Cesa, Ettore Iacovacci e Nino Montanile). La terza (Programmazione – Bilancio – Finanze e Tributi – Patrimonio): Luigi Preziosi, Teresa Cucciniello, Giovanni Cucciniello, Nicola Giordano e Amalio Santoro). La quarta (Lavori pubblici – Periferie – Igiene e Sanità, Ambiente ed Ecologia): Gennaro Cesa, Carmine De Sapio, Gerardo Melillo, Nicola Giordano e Dino Preziosi). La quinta (Urbanistica – Governo del territorio – Pianificazione strategica): Antonello De Renzi, Gianluca Gaeta, Diego Guerriero, Nicola Giordano e Ferdinando Picariello. La sesta (Sviluppo economico – Coordinamento attività produttive e commerciali – Mobilità urbana – Promozione della città – Turismo e cultura): Alessandra Iannuzzi, Francesca De Vito, Guido D’Avanzo, Luca Cipriano e Franco Russo. La settima (Politiche comunitarie – Istruzione – Sport – Servizi Sociali – Politiche abitative – Politiche giovanili): Jessica Tomasetta, Antonio Cosmo, Gabriella D’Aliasi, Francesco Iandolo e Ettore Iacovacci.

Dopo il via libera in consiglio comunale, che appare certo, i membri di ogni commissione eleggeranno i rispettivi presidenti.