Comitato Rivoluzione Civile Valle Caudina: “Crediamo nel progetto”

25 gennaio 2013

Il comitato Valle Caudina di Rivoluzione Civile continua la serie di assemblee pubbliche per sensibilizzare la cittadinanza di fronte ai temi dell’attualità politica in vista delle elezioni nazionali che si terranno il 24 e il 25 febbraio. “Siamo un nutrito gruppo composto prevalentemente da giovani e giovanissimi. Studenti liceali e universitari, lavoratori, precari e proletari che credono in questa idea di rivoluzione civile lanciata da Antonio Ingroia e dai tanti che ci hanno creduto fin dall’inizio, aderendo all’appello “io ci sto”, siano essi società civile, o partito organizzato. Da settimane stiamo dando anima e corpo affinché la Valle Caudina si avvicini a questo progetto di cambiamento. Lo facciamo anche se nessuno di noi è candidato, proprio perché in questo progetto ci crediamo. Crediamo prima di tutto che anche in questo entroterra campano politica e malaffare vanno spesso a braccetto ed è quindi una priorità combattere ogni forma di mafia, a partire dal clientelismo e dal caporalato, purtroppo ancora presente. E’ a partire da questa lotta che si può affrontare l’intricata questione meridionale che paga lo scotto della crisi in modo più evidente rispetto al nord. In Irpinia chiudono tre aziende al giorno e non servono dati Istat per capire che la povertà è in aumento, perché l’impoverimento è sotto gli occhi di tutti, quotidianamente”. Per ascoltare le nostre ragioni e conoscere il programma che Rivoluzione Civile vuole portare avanti, invitiamo la società civile, le associazioni e quanti sono interessati a partecipare all’assemblea pubblica che si terrà sabato 26 gennaio, ore 17.30 presso l’ex casa dell’eca in corso Vittorio Emanuele a San Martino Valle Caudina.