Comitato femminile Dca: spazio alle Pari Opportunità

17 maggio 2008

Avellino – Si è riunito questa mattina il Comitato Femminile della Democrazia Cristiana per le Autonomie. Alla riunione oltre alla segretaria Roberta Amelio, hanno preso parte il Presidente Provinciale Fausto Sacco, il Segretario Provinciale Gianfranco Picariello e la Segretaria Giovanile Rosa Anna De Sapio. “All’indomani dell’importante risultato elettorale raggiunto – ha spiegato Roberta Amelio – spenti i riflettori dell’entusiasmo diffuso, come classe dirigente locale abbiamo il dovere di reggere la sfida del cambiamento, di farci strumento di reale innovazione, dando concreta attuazione a quel progetto di rinnovamento, che ha rappresentato la spinta vitale del vasto consenso popolare ricevuto. Con una seria e consapevole assunzione di responsabilità, dobbiamo essere in grado di metterci al servizio di una rinnovata progettualità pubblica, recuperando il senso alto della ‘rappresentanza politica’, e della ‘democrazia partecipata’, anche attraverso il rafforzamento del legame inscindibile con il territorio”.
Proprio nel quadro di questo rilancio della democrazia come partecipazione condivisa alla costruzione lenta e faticosa del bene comune, “… non può non essere valorizzato il ruolo che i giovani, le donne e i cittadini, in generale, possono e devono avere, non solo come destinatari di un più forte impegno delle politiche economiche e sociali, ma principalmente come attori di una rigenerata azione politica locale che, convergendo su valori, idee e contenuti, sappia vivere il dialogo e il confronto come modalità privilegiate della comunicazione”. In quest’ottica, l’obiettivo è quello di fare delle Pari Opportunità per tutti una reale risorsa per lo sviluppo delle politiche territoriali, attraverso un impegno sinergico teso ad individuare strumenti forti di crescita economica e sociale, e a sviluppare nuovi e più efficaci strumenti di progettazione.
Il Movimento Femminile, come gruppo di lavoro organico e funzionale all’intero impegno programmatico della DCA, opererà proprio nella direzione di monitorare le criticità locali ed individuare interventi mirati per avviare serie e proficue politiche di servizi, filtrando le diverse realtà attraverso la lente della nostra cultura di riferimento, che è quella cattolica improntata ai valori cristiani della convivenza civile, della giustizia, della dignità, della libertà, della sacralità del matrimonio e del rispetto della vita umana”.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.