Comi-Arrighini, l’intesa funziona: è già questione di feeling

31 luglio 2014

Calcio – Fianco a fianco per la prima volta eppure già affiatati come due gemelli del gol. A veder giocare ieri nel test di Rivisondoli la coppia gol dell’Avellino Comi-Arrighini – schierata nel primo tempo – non si direbbe che sia stata la sua prima apparizione nella linea avanzata predisposta da Rastelli. Sembra infatti che i due attaccanti acquistati in questa sessione di mercato giochino insieme da tempo, con movimenti sincronizzati ed un’intesa in stato avanzato. Il bomber scuola Milan, il più profilico della batteria di attaccanti con quattro gol finora, a prendersi le botte, a fare da boa con rapide sponde e spesso e volentieri a concludere a rete; la punta ex Pontedera a leggere e raccogliere gli inviti nello spazio del compagno e a ruotargli attorno, confermando quanto di buono si era detto sulle sue caratteristiche di seconda punta che ama partire da lontano e puntare l’area di rigore. Il tutto contro un modesto avversario schiantato a suon di pallonato, è vero, ma se il buongiorno si vede dal mattino, è lecito attendersi ampi margini di miglioramento nel feeling nato tra le due nuove leve dell’attacco biancoverde. Non a caso due calciatori voluti a tutti i costi da tecnico e società, al punto che quest’ultima non ha esitato ad aprire il portafoglio per l’acquisizione del cartellino della punta toscana. In attesa degli impegni veri, Comi e Arrighini si candidano ad una stagione in felice simbiosi. (@claudio_devito)