Come fidanzarsi ufficialmente prima di San Valentino, la guida spopola sul web

Come fidanzarsi ufficialmente prima di San Valentino, la guida spopola sul web

8 febbraio 2016

Lezione n. 1: Abbordare ragazzi/e su Facebook. La lezione prevede uno studio approfondito sulle tattiche più efficaci, come ad esempio: mi piace tattico, foto con gattini per avere i big like, scrivere stati filosofici per catturare l’attenzione delle universitarie… e molto altro!

Lezione n. 2: Il primo contatto in chat. La lezione cerca di dettare le linee guida da adottare durante una conversazione su Faceboook. Verranno studiati i metodi anti-rimorchio come ad esempio “scrivr msg a cazz d cane”, “inviare foto dei genitali quando non sono richieste”… e molto altro!

Lezione n. 3: DA DEFINIRE!

Single d’Italia sono aperte le iscrizioni per il corso su Come Fidanzarsi Ufficialmente prima di San Valentino l’autore dell’evento è Jeancy Keys  l’iscrizione è gratuita e se il vostro percorso di studi verrà giudicato almeno sufficiente, la commissione rilascerà il diploma.

La pagina Facebook dell'evento

La pagina Facebook dell’evento

Questo si apprende dall’evento facebook Come fidanzarsi ufficialmente prima di San Valentino, un’iniziativa che è già virale sui social network con oltre 40mila interessati e 15mila partecipanti.

Un corso aperto a tutti quelli che non sanno proprio con chi passare la notte del 14 febbario, notte dedicata agli innamorati fin dal 496 quando Papa Gelasio I sostituì la precedente festività pagana della lupercalia, anche se la pratica moderna del consueto scambio di messaggi amorosi risale all’Alto Medioevo ed è riconducibile a Geoffrey Chaucer.

La leggenda vuole che la Chiesa cattolica voleva porre termine ad un popolare rito pagano per la fertilità. I romani rendevano omaggio, con un singolare rito annuale, al dio Lupercus. I nomi delle donne e degli uomini che adoravano questa divinità venivano messi in un’urna e opportunamente mescolati, poi venivano estratti ed accoppiati affinché il rito della fertilità fosse concluso. L’anno successivo sarebbe poi ricominciato nuovamente con altre coppie.

Per mettere fine a questa pratica, i padri precursori della Chiesa hanno cercato un santo degli innamorati per sostituire il deleterio Lupercus e trovarono un candidato in Valentino.

Sempre secondo la leggenda, il vescovo Valentino di Interamna fu martirizzato in quanto tentò di convertire al cristianesimo l’imperatore Claudio II. Mentre Valentino era imprigionato, si innamorò della figlia cieca del guardiano, alla quale grazie alla fede ridiede la vista e, prima di essere lapidato e decapitato, lasciò alla fanciulla un messaggio di addio che citava dal vostro Valentino, una frase che visse lungamente anche dopo la morte del suo autore.

Curiosità a parte, il popolo del web si sta attuando particolarmente per trovare una compagna/o con cui passare la ricorrenza, anche se molti si sono giustificati ricordando come i supereroi siano tutti single, a partire da Batman, passando per Spiderman e finendo con Superman, altri hanno pensato di fidanzarsi con… il proprio cane, in nome della pet therapy. I commenti più esilaranti sono stati invece i seguenti:

“Io mi fidanzerei pure, ma metti che poi lui/lui pubblica su facebook un collage di foto nostre e scrive… semplicemente noi…”

“Festeggi San Valentino? No sono Ateo”.

“Che avete dei gusti orribili si capisce dal fatto che io sono single”.

In ogni caso un tentativo di iscrizione al corso io la farei, metti che poi non trovo l’anima gemella il giorno dopo c’è sempre San Faustino.