Colpo di scena: la B resta a 19. SSD Avellino: addio alla Serie C

Colpo di scena: la B resta a 19. SSD Avellino: addio alla Serie C

11 settembre 2018

di Claudio De Vito – Quando tutti i segnali andavano nella direzione di un ripristino della B a 22, ecco l’ennesimo colpo di scena di fine estate. La cadetteria rimane così come ha iniziato la stagione 2018/2019 e ciò con l’organico a 19 squadre. Lo ha deciso il Collegio di Garanzia del Coni dichiarando inammissibili i ricorsi sul format e improcedibile quello sulla ripescabilità con il voto contrario del presidente Franco Frattini.

“La Serie B resta a 19 squadre ma ho votato contro – ha spiegato l’ex Ministro degli Esteri – per la prima volta nella mia carriera da presidente, ho votato contro la decisione presa a maggioranza. Finisce 3-2 con il mio voto contrario contenuto in una dichiarazione ufficiale che spiega l’inammissibilità di tutti i ricorsi. Il campionato continua a 19 squadre” ha concluso Frattini mettendo l’accento sul suo voto contrario nella pronuncia partorita insieme a quattro giudici della sessione a Sezioni Unite.

Nulla da fare dunque per Ternana, Pro Vercelli, Siena ma anche Novara e Catania. Tutte beffate ma pronte a ricorrere tornando al TFN sulla scia dell’apertura alla B a 22 da parte del presidente Frattini. Sarà battaglia con azioni già annunciate non soltanto sul piano della giustizia amministrativa (il Catania ad esempio ha già denunciato la Figc). Di riflesso dunque la C sarà a 59 squadre con gironi e calendari che saranno varati domani mattina alle 11.30 a Firenze.

Lega Pro che non interessa il Calcio Avellino targato Sidigas ora davvero sicuro di disputare la Serie D. Addio ai sogni di ammissione per la verità già complicata di suoi, ma che la conferma della B a 19 ha stroncato definitivamente. Spera e ci crede invece Walter Taccone che la B vorrebbe invece portarla a 20 con la clamorosa riammissione del suo Avellino. Spetterà al Tar Lazio stabilirlo giovedì nell’ultima chance per la società inattiva dal 7 agosto.