Coldiretti, assemblea generale ad Avellino

4 dicembre 2012

Si svolgerà giovedì prossimo 6 dicembre con inizio alle ore 9,30 presso la sala convegni della Camera di Commercio di Avellino l’assemblea generale elettiva della Coldiretti di Avellino. La maggiore Organizzazione degli imprenditori agricoli della nostra Provincia, con più di 6.000 associati, sarà chiamata a vivere un momento di democrazia interna molto importante per la vita dell’associazione stessa e del settore agricolo provinciale. L’assemblea vedrà la partecipazione di un centinaio di delegati eletti nelle assemblee sezionali svoltesi negli ultimi tre mesi in gran parte dei Comuni della Provincia. Sono stati momenti di un percorso che ha visto la presenza attiva e partecipe di molti associati. Giovedì l’ultima tappa di questo percorso bello ed entusiasmante con l’elezione degli organi dirigenti provinciali che guideranno la Coldiretti irpina per i prossimi quattro anni. Si eleggeranno, difatti, il Presidente ed il Consiglio Direttivo. Tra i delegati molti saranno i giovani e le donne che hanno assunto ruoli di responsabilità nelle articolazioni locali della Federazione, segno di un rinnovamento e di un coinvolgimento sempre più deciso in un settore che, pur tra tante difficoltà legate alla contingenza del momento, ha ripreso ad essere attrattivo per molti e capace di stimolare lo spirito imprenditoriale di tanti. Sicuramente un settore importante per la ripresa e la crescita della nostra Provincia. E difatti, nel Convegno che seguirà e che sarà aperto al pubblico, si parlerà della proposta di Coldiretti per la ripresa del Paese e per uno sviluppo equilibrato e sostenibile della provincia irpina. Per molto tempo si sono rincorse false chimere lasciandosi affascinare da ipotesi di sviluppo che in questi anni stanno mostrando tutta la loro debolezza e inefficacia creando condizioni sociali molto difficili e spesso drammatiche anche nella nostra Provincia. Da ultimo, si sta sempre più facendo strada e crescendo l’ipotesi di cominciare a trivellare il territorio dell’Alta Irpinia per la ricerca di idrocarburi. Altre false attese e speranze per una forma di sviluppo che non ha futuro e che rischia di danneggiare il territorio lasciando solo danni? Al Convegno, dal titolo “Lo sviluppo possibile: l’irpinia tra agricoltura e idrocarburi – la proposta di Coldiretti”, che sarà un primo momento di riflessione pubblica sull’argomento, dopo i saluti del Presidente della Camera di Commercio, Costantino Capone, interverranno Alfonso Faia, coordinatore del Comitato “No petrolio in Alta Irpinia”, il direttore della Coldiretti irpina, Marcello De Simone, gli assessori provinciali all’agricoltura ed all’ambiente, Raffaele Coppola e Domenico Gambacorta. Le conclusioni saranno affidate al presidente della Provincia, Cosimo Sibilia e al direttore di Coldiretti Campania, Prisco Lucio Sorbo. Modererà Ivana Picariello, direttore del “Corriere dell’Irpinia”.