Clandestini, operazioni dei CC a Solofra e Mercogliano

18 marzo 2011

Nella giornata di ieri, i carabinieri della Stazione di Mercogliano hanno dato esecuzione ad un ordine di esecuzione per la carcerazione in regime di arresti domiciliari nei confronti di un cittadino ucraino, già arrestato nel 2009 per non aver ottemperato all’ordine amministrativo di abbandonare il territorio nazionale entro 5 giorni dalla notifica. Arrestato quindi, a quell’epoca, per il cosiddetto reato di clandestinità, l’uomo ha subito l’intero processo penale che si è infine concluso con una sentenza di condanna a ben 8 mesi di detenzione. Per l’uomo, che presta attività lavorativa presso il domicilio di un mercoglianese, è stato però accordato il beneficio dei domiciliari, così da poter continuare a prestare la propria opera nonostante la condanna.

Sempre in tema di immigrazione clandestina, nei giorni scorsi, i carabinieri della Stazione di Solofra hanno deferito in stato di libertà per i reati di falso ideologico commesso da privato in atto pubblico e favoreggiamento dell’immigrazione clandestina un uomo del posto, che avrebbe presentato 3 dichiarazioni di emersione nei confronti di altrettanti cittadini extracomunitari, attestando falsamente che gli stessi svolgevano le mansioni di collaboratori domestici.