Clan e aste giudiziarie: spuntano nuovi testimoni

Clan e aste giudiziarie: spuntano nuovi testimoni

13 gennaio 2020

di AnFan – Aste giudiziarie, spuntano nuovi verbali nell’inchiesta sul Clan Partenio 2. L’antimafia di Napoli indaga su procedure che sarebbero state alterate, anche grazie a una serie di intimidazioni.
La procura ha reso disponibili le nuove denunce agli avvocati difensori, dopo che quattro dei ventidue indagati hanno deciso di presentare ricorso per chiedere il dissequestro di beni e conti correnti.
Ci sono novità anche sul fronte strettamente giudiziario. Quattro indagati – tutti assistiti dall’avvocato Alberico Villani – hanno deciso questa mattina di rinunciare al Riesame. Davanti al Gip sarà sollevata una questione di incompetenza territoriale.
Nelle nuove denunce si farebbe riferimento a episodi che si sono verificati a Montoro e Solofra. Una zona che è già stata interessata dalle indagini della direzione distrettuale antimafia. Qualche mese fa gli stessi inquirenti avevano già segnalato la delicata situazione solofrana, dove usura e immobili all’asta sono stati l’inevitabile epilogo di una gravissima crisi economica.
Qualche giorno fa, intanto, un incendio ha distrutto l’auto di un parente stretto di una delle testimoni ascoltate nelle indagini. Al momento, però, non ci sono elementi per ritenere quel rogo di natura dolosa. Anche se è stata sufficiente quella coincidenza per dare il là a prevedibili speculazioni.