Cittadinanza onoraria a Mussolini, si moltiplicano le revoche. Spinelli: “Santa Paolina non era in cerca di notarietà”

Cittadinanza onoraria a Mussolini, si moltiplicano le revoche. Spinelli: “Santa Paolina non era in cerca di notarietà”

18 gennaio 2019

“Negli ultimi mesi tanti comuni stanno revocando la cittadinanza onoraria a Mussolini. Adesso si è, per ultima, aggiunta Livorno. Allora non eravamo pazzi quando lo abbiamo fatto nel nostro piccolo comune di Santa Paolina”.

Il Sindaco di Santa Paolina Angelina Spinelli rimarca che “non eravamo nemmeno in cerca di protagonismo e di notorietà a buon mercato, come in tanti, anche sugli organi d’informazione, ci hanno accusato”.

“La verità è che se si ha rispetto della Costituzione, dei valori della libertà, della pace e della solidarietà non si può non assumere una tale decisione. È l’unico modo per fare i conti criticamente con il nostro passato e per evitare che la nostra democrazia possa essere deturpata dal riproporsi di nuove e moderne suggestioni autoritarie e illiberali.”