“Cittadinanza attiva”: al Convitto Nazionale docenti e studenti da tutta Italia. C’è anche il magistrato Caselli

“Cittadinanza attiva”: al Convitto Nazionale docenti e studenti da tutta Italia. C’è anche il magistrato Caselli

25 marzo 2019

“Cittadinanza attiva”: al Convitto Nazionale docenti e studenti da tutta Italia. C’è anche il magistrato Caselli. La prestigiosa scuola avellinese, guidata dalla professoressa Maria Teresa Brigliadoro, pronta ad ospitare delegazioni provenienti da tutta Italia, in occasione del XIX Convegno ANIES dal titolo “Cittadinanza attiva e Costituzione: le potenzialità del Liceo classico Europeo“ che si svolgerà nel noto istituto cittadino dal 27 al 29 marzo.

Dopo i saluti istituzionali affidati alla dott.ssa Luisa Franzese (USR Campania) , alla Dott.ssa Rosa Grano (USP Avellino), all’Avv. Domenico Biancardi (Provincia Avellino) al Prefetto Maria Tirone, la Dirigente Brigliadoro modererà una tavola rotonda, mettendo a confronto esperienze didattiche sul tema, illustrate dalla Prof.ssa Annarita Alois, per il Convittto “Colletta”, dalla Prof.ssa Anna Fabbro, per il Collegio “Uccellis “ di Udine, dal quale è stato preso il testimone dell’iniziativa. Sarà presente anche la Dirigente del collegio udinese Prof.ssa Roberta Bellina, che spiegherà l’attualità dell’offerta formativa del Liceo Classico Europeo. Spetterà ad Elena Fabbro, docente di lingua e letteratura greca indurre alla riflessione su “Partecipazione politica e dibattito teatrale nell’Atene democratica”; dall’ateneo udinese giungerà anche il Prof. Claudio Crassati che illustrerà significato, origini e prospettive della cittadinanza europea.

Ospite d’eccezione il magistrato Gian Carlo Caselli, impegnato in diverse attività antimafia, già rappresentante a Bruxelles dell’organizzazione internazionale Eurojust.

Originale sarà la restituzione di quanto appreso durante i seminari perché stavolta toccherà ad alunni, educatori, docenti e dirigenti stessi degli Istituti coinvolti, chiamati a suddividersi in team, elaborare in modalità “Hackathon” virtuosi percorsi virtuali interdisciplinari, relativi alla tematica della Cittadinanza e Costituzione, più che attuale anche in vista del nuovo esame di Stato che verterà sull’argomento.

Per agevolare la socializzazione, si prevede l’allestimento di uno spettacolo, curato da alunni e docenti del Convitto e la partecipazione, giovedì sera, alla rappresentazione teatrale “Ferdinando” sui Borbone, grazie all’adesione del teatro “Carlo Gesualdo”, su iniziativa del prof. Antonio Caradonna, referente del progetto.

Prevista per la mattina di venerdì 29 la premiazione dei team che presenteranno i più originali percorsi sul tema proposto. All’iniziativa aderiscono con entusiasmo tutti gli studenti del Convitto “Coletta” che saranno pronti anche ad illustrare i principali monumenti della città a coetanei provenienti da Udine, Prato, Maddaloni, Parma, Napoli, Torino, Milano, Chieti, Novara, Catania, Verona ed ovviamente Roma, dove il 25 marzo di 62 anni fa furono firmati quei Trattati che hanno creato le basi dell’integrazione europea.