Cittadella giudiziaria o nuovi uffici Asl, quale futuro per l’ex Moscati di Avellino

Cittadella giudiziaria o nuovi uffici Asl, quale futuro per l’ex Moscati di Avellino

9 giugno 2017

Quale futuro per la struttura dell’ex ospedale Moscati di Avellino?

L’edificio giace da ben sette anni in uno stato di totale abbandono, ridotto ad una discarica a cielo aperto. Irpinianews si è occupato della vicenda nei mesi precedenti, denunciando lo stato fatiscente del luogo attraverso immagini esclusive raccolte da “L’Inviato Speciale” Enzo Costanza. In seguito al servizio realizzato, sono scattati prima i sigilli amministrativi, posti dai caschi bianchi, e poi il piano di smaltimento rifiuti, primo passo verso la bonifica del plesso.

Adesso però gli uffici di Contrada Amoretta sono in attesa di conoscere il proprio destino, e i primi passi verso la riqualificazione della zona, un tempo centro nevralgico della città, li stanno compiendo il Sindaco di Avellino Paolo Foti e il manager dell’azienda ospedaliera Angelo Percopo. Tra i due sarebbe infatti prossimo un accordo per avviare uno scambio di proprietà tra Moscati e Comune: al primo andranno le aree e il suolo dove sorge ora la nuova azienda ospedaliera, a Palazzo di Città il plesso dell’ex ospedale.

Gli scenari che si aprono alla luce di questo scambio sono tuttavia incerti. L’ex Moscati potrebbe diventare la nuova cittadella giudiziaria di Avellino, visto che la struttura è antisismica a differenza di quella non a norma di Piazza d’Armi. L’altra ipotesi invece vorrebbe un trasferimento degli uffici dell’Asl da Via degli Imbimbo a Viale Italia, con l’apertura conseguente di un pronto soccorso urbano nel centro della città.

Il prossimo step sarà quello di organizzare un tavolo tecnico in Prefettura, riunendo tutte le parti in gioco per stabile il futuro della struttura.