“Ciò che resta della memoria”, la follia nazista nelle foto degli alunni del “Mancini”

“Ciò che resta della memoria”, la follia nazista nelle foto degli alunni del “Mancini”

26 gennaio 2020

L’Istituto di Cultura Germanica – A.C.I.T. di Avellino – con il patrocinio della Provincia – in occasione della “Giornata della Memoria” presenta una mostra fotografica dal 27 gennaio al 3 febbraio presso l’ex Carcere Borbonico. Le immagini proposte sono state realizzate, nel corso di un soggiorno-studio in Baviera, dalla 4ª A del Liceo Scientifico “P. S. Mancini” di Avellino e ritraggono nello specifico: il Reichsparteitagsgelände (Area dei raduni del Partito Nazionalsocialista) a Norimberga; il Campo di Concentramento di Dachau.

La mostra – dal titolo: “Was im Gedächtnis bleibt” (Ciò che resta nella Memoria) – sarà inaugurata donani alle ore 10:30 (Sala Blu dell’ex Carcere Borbonico). Alla manifestazione di apertura interverranno:

– Prof. Andrea D’Onofrio – Presidente SISCALT – Docente di Storia Contemporanea – Università degli Studi “Federico II” di Napoli. Tema della lectio magistralis: «L’universo concentrazionario e il ruolo della Baviera nella Germania nazista»; ing. Ermanno Bizzarri – DIARC – Dipartimento di Architettura – Università degli Studi “Federico II” di Napoli. Tema della lectio magistralis: «I luoghi del Nazionalsocialismo. Le “piazze” celebrative e i campi di concentramento».

La Mostra sarà visitabile – mattina e pomeriggio – fino al 3 febbraio Gli allievi della Classe 4ª Sezione A del Liceo Scientifico “P. S. Mancini” di Avellino – su richiesta di eventuali scuole interessate – faranno da guida alle relative scolaresche.