Cibo, arte e cultura alla Casina del Principe

26 luglio 2014

Cibo, arte e cultura. Ma non solo. E’ questo Be Food, il progetto che l’Associazione SegnInversi sta portando avanti, trasformando la Casina del Principe in un vero e proprio polo culturale. Domenica 27 luglio, nella corte dello splendido edificio storico, grazie alla collaborazione di CIA Mercato della Terra e Donne in Campo, si trasferirà il mercato della terra. Ogni domenica, infatti, la Casina del Principe spalanca le porte alla città, offrendo la possibilità di acquistare cibi e vini buoni per il palato, puliti per l’ambiente e giusti per la società. Prodotti rigorosamente locali e di stagione, a km zero. A tutti coloro che visiteranno il mercato della terra verrà offerta la colazione. E sempre domenica 27 luglio sarà di scena il gusto. In serata l’Associazione proporrà ai propri iscritti degustazioni a cura dello chef di origine rumena Adrian Luncan (panzanella, millefoglie di verdure e involtini di speck ripieni; pasta alla crudaiola, spaghetti pomodoro e basilico e conchiglioni con salsicce e melanzane; bistecca campagnola, spiedini vivaci alla birra e bistecca al vino rosso). Giovedì 31 luglio, alle 18.30, spazio ai convegni sull’alimentazione. Con il dottor Amodio Botta, primario di dietologia e nutrizione clinica dell’ospedale Moscati di Avellino, si parlerà di diabete e dieta mediterranea. Al convegno, moderato da Pierluigi Melillo direttore di TeleNostra, parteciperà anche la dottoressa Maria Grazia Volpe dell’Istituto di Scienze dell’Alimentazione – C.N.R., che affronterà il tema delle etichette alimentari