Ciampi: “Bilancio, situazione grave”. Sul Tar: “Ipotesi che riguarda il riconteggio. Al momento non ho alleati”

Ciampi: “Bilancio, situazione grave”. Sul Tar: “Ipotesi che riguarda il riconteggio. Al momento non ho alleati”

19 luglio 2018

Marco Imbimbo – “Sto prendendo visione della relazione dei revisori quindi al momento non posso prendere una posizione”. Il sindaco Vincenzo Ciampi interviene in merito al giudizio espresso dal collegio dei revisori sul Consuntivo 2017. La situazione non è delle migliori perchè, a conclusione delle 44 pagine di relazione, il collegio dichiara ufficialmente “si esprime parere non favorevole per l’approvazione del rendiconto“. Insomma bocciatura su tutti i fronti dell’ultimo atto contabile dell’era Foti e patata bollente che passa a Ciampi.

“Al momento non posso chiarire bene la situazione – spiega il sindaco. La relazione è allo studio del settore Finanze. Di sicuro il fatto che sia stato espresso un parere non favorevole è abbastanza grave. In questa vicenda delicata non è coinvolto solo il Comune, ma anche la Prefettura per la gestione dei tempi. A questo punto attendo un incontro con il Prefetto per capire la disponibilità dei tempi, per poi valutate le strade da percorrere”.

Al momento, dunque, Ciampi preferisce non esprimersi nel merito del Consuntivo e quindi anche della azioni da intraprendere, anche se sottolinea “In questo momento non si può escludere nessuna ipotesi. E’ una vicenda molto delicata sia per l’amministrazione che per il futuro della città. Però voglio rassicurare gli avellinesi:  faremo scelte nell’interesse dei cittadini“. Quella appena pronunciata non è una frase fatta come sottolinea il primo cittadino: “Siamo liberi, non dobbiamo difendere l’operato di nessuno perchè, quel giudizio non favorevole riguarda il bilancio di un’altra amministrazione, quella di Foti. Faremo di tutto per sanare la situazione. Come ho detto più volte, non voglio fuggire di fronte a questa situazione, ma nemmeno mi sento attaccato alla poltrona”.

A tenere banco in questi giorni, non c’è solo la vicenda legata al Consuntivo, ma anche l’ipotesi che i 5 Stelle possano ricorrere al Tar per ottenere più consiglieri in Aula. Ipotesi, questa, che ha mandato su tutte le furie i suoi alleati. Ciampi intanto chiarisce: “Non si tratta di un ricorso contro l’anatra zoppa per vederci riconoscere il premio di maggioranza. L’eventuale ricorso è sui risultati del primo turno, per ottenere un riconteggio delle schede“. Al momento, però, di ufficiale non c’è niente come sottolinea il primo cittadino: “E’ solo un’ipotesi presa in considerazione e vagliata come si può fare con tutte le ipotesi, però non è stato depositato alcun ricorso”.

Intanto i suoi alleati non hanno preso bene la situazione e il fatto che i 5 Stelle stiano pensando a presentare un ricorso. Nei fatti si rischia la crisi politica a Palazzo di Città. “Ripeto, al momento non c’è nulla di concreto, ma anche parlare di alleanze mi mette in difficoltà – spiega Ciampi. Io non ho fatto alleanze con nessuno, ho sempre detto che, gli eventuali alleati, saranno quelli che voteranno a favore delle linee programmatiche, quindi al momento non mi sento vincolato a nessuno”.

Secondo Ciampi, dunque, il cosiddetto fronte del cambiamento ancora non sarebbe formato, ma “diventa effettivo nel momento in cui scriviamo le linee programmatiche e le portiamo in Consiglio. Questo è il vero nodo dirimente e non la Giunta, che è prerogativa del sindaco”.

Lo stesso sindaco Ciampi, inoltre, ha confermato l’indiscrezione lanciata da Irpinianews in merito al Ferragosto avellinese: “Abbiamo presentato richiesta alla Regione per ulteriori fondi, circa 50 mila euro”.