Chieffo: “Laceno cambierà volto, il prossimo anno nuovi impianti”

30 gennaio 2013

Sarà l’anno della svolta? A Laceno, ma anche nel resto del Sud Italia tutti attendono finalmente l’ammodernamento degli impianti di risalita. La stagione invernale 2012/2013 va a gonfie vele, e sulle montagne dell’Irpinia non si conosce crisi. I prezzi sono a portata di portafoglio e le famiglie pugliesi, campane, lucane e del basso Lazio preferiscono Laceno a nomi maggiormente altisonanti quali Roccaraso e Campitello che sicuramente offrono qualche attrattiva ma sono più costose. Ma davvero ci saranno questi nuovi impianti che potranno cambiare il volto alla località? Abbiamo sentito telefonicamente il primo cittadino di Bagnoli Irpino, che strano gioco del destino era proprio all’Assessorato al Turismo della Regione Campania. “Stiamo facendo le ultime considerazioni con la Regione. Non è un appalto semplice e ci sono tante questioni legali da valutare. Comunque siamo in dirittura di arrivo. Non appena ci sarà la copertura finanziaria (13milioni di euro) si potrà mettere a bando l’opera – annuncia il sindaco -. Ma di che si tratterà nello specifico? “Ci sarà il raddoppio della portata delle due seggiovie, e stiamo facendo in modo di prevedere anche una terza seggiovia sul lato nord. Beh questa potrebbe essere una sorpresa, poiché daremo maggior sviluppo all’intera area, per capirci l’ammodernamento riguarda la zona della Nordica attualmente chiusa necessita di lavori di messa in sicurezza per gli sciatori. Il bando prevede concessione, gestione e appalto dei lavori, ci siamo ispirati al modello della Lombardia. Il tutto dovrà essere integrato: non possiamo fermarci solo all’opera pubblica, parlo degli impianti, ma bisognerà inserire anche i suoli dove poi si scia. Un aspetto epocale per la nostra comunità, che vive di turismo. Con questi miglioramenti daremo sicuramente maggior servizi”.