Cgil in piazza a Roma per protestare su ammortizzatori in deroga

23 luglio 2014

Una folta delegazione della Cgil di Avellino parteciperà domani, 24 luglio 2014 alla mobilitazione in Piazza Montecitorio a Roma, indetta unitariamente da CGIL, CISL e UIL per la copertura degli ammortizzatori sociali in deroga. La segreteria provinciale della Camera del Lavoro e i segretari delle categorie, insieme agli iscritti ed ai lavoratori raggiungeranno il presidio allestito in piazza Montecitorio nelle prime ore della mattinata, per rivendicare le risorse economiche promesse a copertura degli ammortizzatori in deroga. “La necessità di garantire la copertura degli ammortizzatori sociali per tutti i lavoratori – afferma Antonio Famiglietti , segretario organizzativo della CGIL di Avellino – è particolarmente stringente per il Sud e per le aree interne della Campania. E’ evidente, però, che non basta una misura che comunque va sostenuta affinché si possano limare le tensioni sociali e sostenere le famiglie dei lavoratori che non hanno ancora trovato ricollocazione sul mercato del lavoro. Unitamente a ciò la Cgil chiede una seria politica per lo sviluppo e l’occupazione. Il Governo dovrà assumere impegni precisi e soprattutto rispettare un calendario di scadenze che si fa sempre più soffocante. Il rifinanziamento degli ammortizzatori sociali in deroga deve essere immediatamente impegnato. Allo stato un terzo dei lavoratori coinvolti rimarrebbero senza coperture. Dalle stime della CGIL occorre almeno un miliardo di euro per coprire la restante parte dell’anno senza considerare – aggiunge Famiglietti – che il provvedimento attuale del Governo riduce la durata del finanziamento ed inasprisce i criteri di accesso, limitando di fatto la platea”.