Cgil: “Chiude la Poligrafica Ruggiero. 15 operai in mobilità”

18 luglio 2014

La storica Poligrafica Ruggiero di Avellino chiude i battenti e per i 15 lavoratori si profila la mobilità. E’ stato siglato ieri l’accordo per la messa in mobilità delle maestranze della Poligrafica Ruggiero che non ha retto l’urto della crisi. Alla Poligrafica, con regime ridotto, subentrerà l’International Printing. Soluzione che non riuscirà, comunque a salvaguardare i posti di lavoro “Abbiamo siglato il concordato – spiega Antonio Famiglietti, segretario organizzativo della Cgil con delega a seguire la vertenza dei lavoratori della Poligrafica – affinché per i 15 lavoratori dello storico stabilimento irpino ci sia almeno l’ancora di salvataggio della mobilità, L’azienda, che ha rappresentato un marchio storico di Avellino e provincia non ha retto, purtroppo, ai colpi della crisi ed ai cambiamenti determinati dall’evoluzione tecnologica. Siamo rammaricati ma impotenti di fronti all’ennesima chiusura di una azienda avellinese considerando che i lavoratori coinvolti nella chiusura sono altamente specializzati e qualificati. Il subentro della International Printing, che avrà comunque un regime di produzione ridotto non consente il trasferimento dei 15 lavoratori. La chiusura della Poligrafica, ancora una volta, testimonia la difficoltà delle aziende locali a stare sul mercato, a causa della contrazione dei consumi determinata dalla politica di austerità imposta dall’Europa e dal Governo. E’ necessario imprimere al più presto una inversione di rotta alle politiche economiche e di sviluppo ed un’accelerazione ai processi per l’incremento dell’occupazione, altrimenti l’intero tessuto produttivo irpino sarà destrutturalizzato irreversibilmente”