Cesinali – Teatro D’Europa: appuntamento con la ‘Dama dell’acqua’

9 marzo 2006

Cesinali – Secondo appuntamento, questa mattina alle ore 10.00, con lo spettacolo della Compagnia del Teatro D’Europa. ‘La dama dell’acqua’, questo il titolo della fiaba realizzata da Michele Miscia e che vedrà la partecipazione di Antonio Candella, Anna Coluccino, Laura Ferraro, Carmine Iannone, Chiara Mazza, Roberto Romano con la regia di Luigi Frasca. In un tempo imprecisato sette streghe gemelle soggiogarono le genti di un antico borgo che, asservite alla loro volontà di potenza, operarono in maniera distruttiva nei confronti della natura, al punto da portarla a grandi passi verso l’autodistruzione, determinata dalla invivibilità del loro habitat. A farne le spese, accanto all’atmosfera, furono in primis le falde acquifere nell’ager publicus, molte delle quali non conservarono ormai alcun vestigio dell’antica limpidezza. La Dama dell’acqua evocata da un menestrello, incredula, viene avvertita del pericolo che corre la sua sorgente e decide di avvisare il Re degli Alberi per addivenire a una soluzione. Ma due streghe, nascoste, ascoltano tutto e decidono di avvisare le altre sorelle per escogitare un tranello alla Dama. Intanto un giovane sconosciuto, che non appartiene alla fiaba e innamorato a prima vista della Dama, con un suono celestiale irrompe nella rappresentazione per incontrare la Dama e aiutarla. Ma le streghe, ancora una volta nascoste, escogitano un malefico tranello: una di esse infatti si trasforma in falsa dama e seduce il giovane innamorato costringendolo a inquinare l’acqua e poi berla. Un incantesimo che trasformerà il giovane in somaro. Nel frattempo la vera Dama riesce a svegliare il Re degli Alberi e lo informa di tutto. E ancora una volta le streghe escogitano un altro inganno: una di esse si trasforma in falso giovane e riesce a ingannare la Dama inducendola a bere un filtro magico il cui incantesimo la trasforma in oca. Quando tutto sembra ormai perduto………….. Dopo il grande successo riscosso l’anno scorso, la Compagnia del Teatro d’Europa ripropone e riporta in scena una fiaba dagli elevati contenuti morali e dall’aspetto altamente educativo. ‘La Dama dell’acqua’ evidenzia tutte le problematiche legate a questo bene essenziale che ultimamente viene sottoposto a dure prove di resistenza, viene sfruttato, trattato male, non bene utilizzato con tutte le conseguenze che ne derivano. La Compagnia ha appena terminato le repliche, sempre per le scuole, di un’altra fiaba: ‘I pantaloni d’oro’, di M. Di Martino, anch’essa ricca di significato. Quest’ultima affrontava il tema della solidarietà e fratellanza tra popoli, riscuotendo in tal modo un gran successo tra gli alunni delle scuole che vi hanno assistito. Per entrambe i lavori spicca la firma per una regia di qualità di Luigi Frasca, attento a tutti quelli che sono i bisogni e le aspettative del pubblico.