Cervinara – truffa/Il 28enne con nikname “Lupoassassino” è stato incastrato dai Carabinieri

25 marzo 2005

Cervinara – Le truffe in internet sono sempre più difficili da smascherare: ne sa qualcosa una 29enne di Monticelli Terme che era andata su E- bay per acquistare un cellulare ad un ottimo prezzo. Su questo sito web è possibile acquistare qualsiasi cosa, si può partecipare ad aste e a volte si fanno veri e propri affari. Non è stato cosí per la ragazza di Monticelli. Nel sito ha incontrato qualcuno che le ha offerto un cellulare ad un prezzo molto conveniente. Il “nik name” dell’offerente, “Lupoassassino”, non desta certo più sospetti di altri nomi comuni nella rete, come ad esempio “Lucifero” o “Satana”, e la navigatrice ha deciso di concludere l’affare. Ha contattato “Lupoassassino” chiamandolo ad un cellulare e tramite la banca ha versato 250 euro, ha avvisato il truffatore di aver fatto il versamento e ha aspettato che le fosse recapitato il cellulare. Il telefonino non è mai arrivato, cosí ad ottobre la 29enne ha deciso di denunciare il fatto ai Carabinieri di Monticelli Terme. Da lí sono partite le indagini. Si è scoperto che “Lupoassassino” si faceva contattare su di un cellulare intestato ad una persona inesistente, cosa che sino all’ottobre scorso era possibile, ma che oggi dopo gli ultimi provvedimenti antimafia non può pi ù essere fatto. Il telefonino risultava intestato ancora al negozio di telefonia dove era stato venduto. Anche l’indirizzo e-mail era stato creato dando dei dati falsi ed un codice fiscale costruito apposta. Il truffatore è un 28enne di Cervinara: A.V., queste le sue iniziali, è un fotoreporter che ha versato i segreti del web da autodidatta. Dopo questa denuncia i Carabinieri hanno scoperto che il 28enne aveva già commesso decine e decine di truffe in tutta Italia e che era stato denunciato anche in Piemonte e in Lombardia. Le indagini dell’Interpool dimostreranno se “Lupoassassino” ha agito anche all’estero.