Cervinara, aumenta l’Ici: fissata al 6.5 per mille

5 giugno 2005

Cervinara – Improvviso e inaspettato per i contribuenti cervinaresi è arrivato l’aumento dell’Ici, l’imposta comunale sugli immobili. La notizia era nell’aria, tra parziali conferme e qualche smentita, è arrivata l’ufficialità con l’affissione del manifesto sulle mura del paese, in cui sono stati confermati i termini di scadenza per il versamento, previsti per la fine di questo mese. A determinare l’aumento sono state le difficoltà finanziarie connesse con la stesura del bilancio che proprio in questi giorni la giunta comunale ha approvato, e la cui quadratura dei conti è stata particolarmente laboriosa. Ora lo strumento finanziario, prima di approdare in consiglio comunale, attende il via libera da parte dei revisori dei conti che lo stanno analizzando in tutte le sue voci. L’aumento dell’Ici è stato sensibile: per la prima casa di abitazione si è avuto un incremento dello 0,5 , passando al 5,5 per mille. Resta inalterata la detrazione, sempre per la prima casa con 103,29 euro. Per le seconde abitazioni l’aliquota è stata fissata nel 6,5 per mille con un incremento identico alla prima casa. L’amministrazione comunale fa sapere che non è stato possibile evitare questa dolorosa decisione, le necessità di bilancio, alla luce anche dei ridotti trasferimenti di risorse da parte del governo centrale, hanno costretto a questa scelta. Ora la preoccupazione dei contribuenti si rivolge anche ad altri tributi comunali, a cominciare dalla tassa sui rifiuti, che potrebbe aumentare, anche se dall’amministrazione smentiscono al momento questa ipotesi.